24 Ago 2016
(Fonte Arpat)
 
Premessa
In Italia mancano indicazioni normative e linee guida per l'inquinamento dell'aria indoor, che definiscano in maniera puntuale e omogenea come procedere al rilevamento di inquinanti di natura chimica, fisica, biologica ed i relativi limiti o valori di riferimento. Pertanto, spesso, ci si riferisce alla legislazione di altri paesi, a norme tecniche o alla letteratura scientifica sull'argomento.
 
La novità normativa
L’Istituto Superiore di Sanità ha, pertanto, elaborato il rapporto intitolato “Presenza di CO2 e H2S in ambienti indoor: conoscenze attuali e letteratura scientifica in materia”(1), grazie alla collaborazione di esperti appartenenti a vari Enti, al fine di colmare le lacune della legislazione italiana per quanto riguarda, appunto, l'inquinamento indoor.
 
Obbiettivo della rapporto dell’ISS
L'obiettivo della relazione dell’ISS è quello di fornire, per l'anidride carbonica (CO2) e l'idrogeno solforato (H2S) provenienti da fonti naturali, una panoramica sui valori guida a cui fanno riferimento altri Paesi europei, l'Organizzazione Mondiale della Sanità e altre istituzioni pubbliche. I valori guida per la CO2 si riferiscono all'aria di ambienti confinati (indoor) mentre per l'H2S vengono riportati i valori guida relativi all'aria dell’ ambiente esterno (outdoor).
A tale proposito è opportuno sottolineare che in questo studio sono esaminate due sostanze con caratteristiche e con effetti sulla salute molto diversi, per cui le soglie per la anidride carbonica (CO2) considerano più spesso il comfort abitativo piuttosto che l'effetto sulla salute, mentre per l’idrogeno solforato (H2S) è prevalente questo secondo aspetto.
Scenari futuri
I valori di riferimento per gli ambienti indoor sono volti a diminuire i problemi di salute delle popolazioni più vulnerabili come i giovani, le donne in gravidanza e gli anziani, ed a promuovere il benessere, che si ripercuote anche su tutti gli occupanti dell'ambiente indoor come nel caso, ad esempio, di aziende industriali, pubblici uffici, scuole etc…
 
 
 
Note
(1) Il rapporto dell’ISS è disponibile presso i nostri uffici
 
Contatto
Ambiente e Territorio
Antonio Cammarano
tel.0552707285
e-mail

Questo contenuto è riservato ai soci. Accedi per leggere tutto.

Accesso utente
   

055 2707