08 Set 2015

Premessa
Con il Decreto del Ministro dell’Interno del 3 agosto 2015 sono state approvate le norme tecniche di prevenzione incendi relative a 34 delle 80 attività soggette alle visite e ai controlli di prevenzione incendi di cui al’allegato I del D.P.R. 151/2011. Queste norme si possono applicare in alternativa alle specifiche disposizioni di prevenzione incendi vigenti per le singole attività. 

Attività soggette
Le nuove norme si possono applicare alla progettazione, alla realizzazione e all’esercizio delle attività di cui all’allegato I al D.P.R. 151/2011, individuate con i numeri: 9, 14, da 27 a 40, da 42 a 47, da 50 a 54, 56, 57, 63, 64, 70, 75, 76, siano esse di nuova realizzazione o esistenti alla data di entrata in vigore del decreto.

Novità del decreto
Il decreto, che comunque non sostituisce le norme tecniche di prevenzione incendi per le singole attività, intende:
• semplificare e razionalizzare l’attuale normativa introducendo in un unico testo le disposizioni per la prevenzione incendi;
• introdurre un sistema di valutazione e progettazione più aderente ai progressi tecnologici e prestazionali dei materiali e dei sistemi impiegati;
• prediligere un approccio prestazionale rispetto alle regole prescrittive della precedente normativa;
• consentire al progettista di scegliere tra due tipologie di riferimenti normativi.

Struttura del decreto
Il decreto si compone di cinque articoli e di un allegato tecnico che contiene tutte le disposizioni da adottare in sede progettuale: Sezione G “Generalità”; Sezione S “Strategia antincendio”; Sezione V “Regole tecniche verticali”; Sezione M “Metodi”.

Entrata in vigore
Il decreto entra in vigore 90 giorni dopo la sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e pertanto il 18 novembre 2015.

Allegati
D.M. 3 agosto 2015

Contatto
Giacomo Borselli, tel.0552707236, e-mail

Pietro Bartolini, tel.0552707267, e-mail

 

 

Questo contenuto è riservato ai soci. Accedi per leggere tutto.

Accesso utente
   

055 2707