02 Apr 2019

    

A decorrere dal 1°Aprile 2019 le domande per assegno per il nucleo familiare dei lavoratori dipendenti di aziende attive del settore privato non agricolo devono essere presentate direttamente all’INPS esclusivamente in maniera telematica, al fine di garantire la protezione dei dati personali, mediante uno dei seguenti canali:

  • Web, tramite il servizio on-line dedicato se in possesso di PIN dispositivo, di un’identità SPID almeno di livello 2 o CNS
  • Patronati e intermediari dell’istituto attraverso servizi telematici offerti dagli stessi anche se non in possesso di PIN

Gli importi calcolati dall’istituto saranno messi a disposizione del datore di lavoro che potrà prenderne visione attraverso una specifica utility nel cassetto previdenziale aziendale.

La somma corrisposta mensilmente non potrà comunque eccedere quella mensile indicata dall’istituto.

Il datore di lavoro potrà pagare al lavoratore esclusivamente gli assegni arretrati relativi ai periodi di paga durante i quali il lavoratore è stato alle sue dipendenze.

Nel periodo compreso fra il 1°Aprile e il 30 Giugno, i datori di lavoro potranno erogare le prestazioni di assegno per il nucleo familiare, sulla base di domande:

  • cartacee presentate entro e non oltre il 31 marzo 2019
  • telematiche presentate all’INPS dal 1°Aprile 2019.

A partire dal 30 giugno non sarà più possibile effettuare conguagli per assegni che non siano stati richiesti con la nuova procedura.

A cura di Raffaele Fabiano