02 Feb 2017

Supera i cento milioni di euro il dato toscano delle esportazioni di prodotti in Bulgaria e circa un terzo arriva dall’area della provincia: per le imprese fiorentine il Paese può rappresentare una interessante realtà di crescita e di business.

La nostra regione esporta in Bulgaria per 136milioni di euro e il dato, dal 2010 a oggi, ha registrato un +36%. Firenze, in particolare, copre il 27% del dato regionale, esportando per 37milioni di euro.
L’Italia è uno dei principali partner economici e per le imprese della realtà metropolitana fiorentina la Bulgaria offre notevoli opportunità di affari, in molteplici settori e comparti.
Uno sbocco estremamente interessante, anche per le piccole e medie realtà industriali.

Delle opportunità e degli strumenti utili per operare nel Paese ne ha parlato oggi, Luigi Salvadori, presidente di Confindustria Firenze, con Marin Raykov, Ambasciatore della Repubblica di Bulgaria in Italia; Maria Luisa Meroni, vice presidente di Confindustria Bulgaria e Aldo Andreoni, senior banker – UniCredit Bulbank.

L’incontro, organizzato da Confindustria Firenze e l’Ambasciata di Bulgaria in Italia, con la collaborazione di Confindustria Bulgaria e la partecipazione di Unicredit Bulbank, Bulgaria Engineering e Alias Group; ha approfondito la conoscenza del mercato bulgaro e ha permesso alle imprese fiorentine – con gli interventi di esperti e testimonianze di imprese che già lavorano nel Paese – di acquisire informazioni tecniche per operarvi con successo.

Il mercato bulgaro apprezza soprattutto i prodotti del sistema moda toscano: il comparto moda infatti, esporta per il 58% del totale venduto in questo Paese dalla regione, cioè il 17% dei prodotti moda venduti in Bulgaria dall’Italia, provengono dalla Toscana.

055 2707419