19 Ott 2015

Premessa
Il CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi) è stato istituito con il D.Lgs. 22/1997 (ora sostituito dal D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.) ed è operativo dal 1988.

Il sistema obbliga i produttori e gli utilizzatori di imballaggi ad aderire al CONAI e prevede l'applicazione di un Contributo Ambientale (CAC), stabilito per ciascuna tipologia di materiale di imballaggio (carta-cartone, plastica, legno, vetro, alluminio, metallo).

Il CAC rappresenta la forma di finanziamento attraverso la quale CONAI ripartisce tra produttori e utilizzatori il costo per i maggiori oneri della raccolta differenziata, per il riciclaggio e per il recupero dei rifiuti di imballaggi.

Tali costi, sulla base di quanto previsto dal D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., vengono ripartiti “in proporzione alla quantità totale, al peso e alla tipologia del materiale di imballaggio immessi sul mercato nazionale”.

Adesione al CONAI
I produttori e gli utilizzatori di imballaggi devono aderire al CONAI versando una quota di partecipazione costituita da una quota fissa e una quota variabile. Per le aziende pre esistenti al 1997 il termine massimo per l'iscrizione scadeva il 28/02/1999.

L'adesione al CONAI ("Domanda di Adesione", scaricabile dal sito www.conai.org), prevede il pagamento di una quota fissa di 5,15 € e una quota variabile, ma solo per le aziende che nell'esercizio 2014 hanno avuto ricavi complessivi superiori a 500.000 €.
La quota variabile è pari al 0,015% dei costi sostenuti per l'acquisto di imballaggi vergini in Italia e estero.
Sanzioni
L’art. 261, comma 1, D.Lgs. 152/2006 dispone per i soggetti inadempienti (es. che non sono iscritti al CONAI, che commettono violazioni al regolamento) sanzione amministrativa pecuniaria da 10.000 a 60.000 euro, oltre all’obbligo di versare i contributi pregressi. Questa sanzione viene applicata solo dalla Provincia se portata a conoscenza della inadempienza.

Le sanzioni del CONAI finalizzate al recupero del CAC sono riportate agli art.12 e 13 del Regolamento CONAI e sono di natura pecuniaria. Il CdA dispone le sanzioni che prevedono il recupero del CAC maggiorato del 50%; previste forme di riduzioni delle sanzioni se il pagamento avviene entro 60 gg.   

Sono previste altre forme di sanzioni che variano in base al reato commesso come ritardato pagamento, indicazioni false, ecc….ma sempre di natura amministrativa.

Campagna informativa CONAI
Per opportuna conoscenza e per quanto di interesse, Vi informiamo che CONAI, nell’ambito delle periodiche iniziative di sensibilizzazione intraprese a livello nazionale, ha inviato le comunicazioni in allegato ad alcune migliaia di imprese importatrici per informarle sui principali adempimenti consortili  previsti dalla normativa vigente in materia ambientale.
(Fonte CONAI)

Allegati
Sintesi principali riferimenti 2015
Informativa CONAI IVPN08
Informativa IVP08

Contatto
Giacomo Borselli, tel.0552707236, e-mail

Questo contenuto è riservato ai soci. Accedi per leggere tutto.

Accesso utente
   

055 2707