19 Set 2018

Il Consiglio dei Ministri, nella seduta di giovedi scorso (13 settembre u.s.) ha approvato il “DECRETO EMERGENZE” (in attesa di pubblicazione).

Tra le misure previste dal Decreto evidenziamo il ritorno della CIGS per cessazione: una misura dedicate alle imprese in crisi, cancellata dal Jobs Act.

Il testo introduce norme emergenziali a tutela del lavoro relative:

  • alla CIGS per le imprese che versino in condizione di crisi;
  • all’individuazione di procedure che consentano alle regioni interessate l’attivazione di specifici percorsi di politica attiva del lavoro.

I sussidi verranno erogati sulla base di accordi tra Ministero del Lavoro, Mise e Regioni interessate, che potranno essere sottoscritti a decorrere dall’entrata in vigore del decreto e per gli anni 2019 e 2020.

Le misure per il trattamento straordinario e l’integrazione salariale per le imprese in crisi, saranno concesse alle aziende che abbiano cessato o cessino l’attività, qualora sussistano concrete possibilità di prossima cessione dell’azienda, o sia possibile realizzare la reindustrializzazione del sito produttivo.

In alternativa, la Regione interessata potrà attivare specifici percorsi di politica attiva.