21 Ott 2015

 

 

Con decisione di esecuzione  (UE) 2015/1849 del  13 ottobre 2015, la Commissione Europea ha  disposto le misure necessarie per impedire l’introduzione e la diffusione  di organismi nocivi  ai vegetali originari dal Ghana,  e  contro la loro diffusione nella Comunità.

Recenti controlli fitosanitari  effettuati sulle partite di alcune piante e di alcuni prodotti vegetali originari dal Ghana hanno evidenziato, un numero elevato di  piante e prodotti vegetali  infestati da organismi nocivi, e nel prosieguo si è accertato un numero sempre maggiore di partite contaminate malgrado le migliori  assicurazioni fornite dalle autorità competenti .

Inoltre, dagli audit svolti  direttamente nel paese interessato,  dalla Commissione Europea, sono emerse numerose carenze nel sistema di certificazione fitosanitarie all’esportazione  e che le garanzie offerte dalle autorità preposte al servizio, al momento non sono sufficienti a garantire che le partite di prodotti originari del Ghana siano esenti da organismi nocivi.

Pertanto la Commissione ha deciso di vietare l’introduzione di tali prodotti, e di concedere un lasso di tempo necessario per migliorare il proprio sistema di certificazione.

Infatti, con la decisione (UE) 20151849 del 13 cm, è stato disposto  che:

1)   E’ vietato introdurre nei territori dell’Unione piante, eccettuati i semi, di Capsicum L.,Lagenaria Ser.,Luffa Mill.,Momordica L. e Solanum L., eccettuato S.lycopersicum L.,originarie dal Ghana.

 

2)Tale divieto si applica fino al 31 dicembre 2016.

 

Contatto Area Economica d’impresa 

Fernando De Vita tel.0552707201 E mail

 

 

Questo contenuto è riservato ai soci. Accedi per leggere tutto.

Accesso utente
   

055 2707