11 Mag 2016

In merito alle risorse disponibili, il bando destina:

– 2 milioni di euro alle imprese colpite da eventi calamitosi successivi al luglio 2015 e per le quali è stato dichiarato lo stato di emergenza nazionale e/o regionale;

– 3 milioni di euro alle imprese dei comuni del Parco Agricolo della Piana (Firenze, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Signa, Calenzano, Prato, Poggio a Caiano e Carmignano) – questa priorità è stata introdotta in coerenza con il parere regionale nell'ambito del procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) di competenza statale relativo al progetto "Aeroporto di Firenze – Master Plan aeroportuale 2014-2029", che prevede l'attivazione di azioni per l'efficientamento energetico volte alla riduzione dell'inquinamento atmosferico;

– i rimanenti 3 milioni  a favore di progetti che non rientrano nelle due precedenti categorie.

Soggetti beneficiari

Micro imprese, PMI e Grandi Imprese di pressoché tutti i settori ( industria, artigianato, cooperazione, servizi, turismo, commercio e cultura).

Tipologia di interventi finanziabili

Isolamento termico di strutture orizzontali e verticali, sostituzione di serramenti e infissi, sostituzione di impianti di climatizzazione con impianti alimentati da caldaie a gas a condensazione o impianti alimentati da pompe di calore ad alta efficienza, sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore o a collettore solare per la produzione di acqua calda sanitaria, ecc.

Potranno essere attivabili anche interventi per la produzione di energia termica da fonti energetiche rinnovabili quali solare, aerotermica, geotermica, idrotermica senza eccedere i limiti dell'autoconsumo.

Spese ammissibili (a partire dalla data di presentazione della domanda o dalla data dell’evento calamitoso per le imprese colpite da calamità naturali)

– spese per investimenti materiali quali fornitura, installazione e posa in opera di impianti, macchinari, attrezzature, sistemi, materiali e componenti necessari alla realizzazione del progetto;

– spese per opere edili ed impiantistiche strettamente necessarie e connesse alla realizzazione del progetto.

Dimensione dei progetti

E’ prevista una dimensione minima di 20.000 euro per singolo progetto.

Forma e intensità dell’agevolazione

L’aiuto è concesso sotto forma di contributo in conto capitale, in regime de minimis. Le intensità variano a seconda della dimensione di impresa: 40% per la micro e piccola impresa, 30% per la media impresa e 20% per la grande impresa.

Tempistica

Il bando dovrebbero essere pubblicato entro la fine di maggio e la presentazione delle domande dovrebbe essere fissata nei mesi di giugno/luglio 2016.

Per gli atti regionali cliccare qui

Per informazioni:

Questo contenuto è riservato ai soci. Accedi per leggere tutto.

Accesso utente
   

055 2707