26 Mag 2016

Le risorse disponibili ammontano a 8 milioni di euro così ripartiti:

– 2 milioni di euro alle imprese colpite da eventi calamitosi successivi al luglio 2015 e per cui è stato dichiarato lo stato di emergenza nazionale e/o regionale – Graduatoria 1;

– 3 milioni di euro alle imprese dei comuni del Parco Agricolo della Piana (Firenze, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Signa, Calenzano, Prato, Poggio a Caiano e Carmignano) – Graduatoria 2;

– i rimanenti 3 milioni  a favore di progetti che non rientrano nelle due precedenti categorie – Graduatoria 3

Beneficiari: Micro, Piccole, Medie Imprese (MPMI) e Grandi Imprese (GI) in forma singola – massimo 3 domande per impresa

Interventi ammissibiliogni domanda potrà prevedere anche più di un intervento.

A)

  • isolamento termico di strutture orizzontali e verticali;
  • sostituzione di serramenti e infissi;
  • sostituzione di impianti di climatizzazione con impianti alimentati da caldaie a gas a condensazione o impianti alimentati da pompe di calore ad alta efficienza;
  • sostituzione scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore o a collettore solare
  • impianti di cogenerazione/trigenerazione ad alto rendimento;
  • sistemi intelligenti di automazione e controllo per l’illuminazione e la climatizzazione utilizzanti sensori;
  • sistemi di climatizzazione passive;
  • impianti di cogenerazione/trigenerazione ad alto rendimento (solo autoconsumo).

B)

Potranno essere attivabili anche interventi per la produzione di energia termica da fonti energetiche rinnovabili (quali solare, aerotermica, geotermica, idrotermica) senza eccedere i limiti dell'autoconsumo. Tali interventi sono presentabili solo se la domanda prevede già uno degli interventi all’elenco A).

Spese ammissibili (deve trattarsi di spese non ancora sostenute alla data di presentazione della domanda o alla data dell’evento calamitoso per le aziende colpite da calamità, purché i costi siano convalidati dalla scheda di accertamento danni imprese consegnata al Comune di competenza):

  • spese per investimenti materiali quali fornitura, installazione e posa in opera di impianti, macchinari, attrezzature, sistemi, materiali e componenti necessari alla realizzazione del progetto;
  • spese  per  opere  edili  ed  impiantistiche strettamente necessarie  e connesse alla realizzazione del progetto.

Per un maggiore dettaglio delle spese si veda allegato G del bando.

ELEMENTI OBBLIGATORI:

  • gli interventi  dovranno  essere  realizzati  in immobili e/o unità  locali esistenti sedi di attività produttive e/o altre attività economiche aventi sede nel territorio regionale;
  • trattandosi di un finanziamento destinato a ridurre i consumi di energia, l'intervento deve conseguire un risparmio energetico rispetto ai consumi  di energia primaria ante intervento maggiore o uguale al 10%;
  • al momento della presentazione della domanda è necessario avere una relazione tecnica o audit energetico ante intervento;
  • al momento della presentazione della domanda è necessario aver almeno presentato richiesta per ottenere il titolo edilizio ed energetico per realizzare gli interventi del progetto (cantierabilità).

Importo dell'investimento:

minimo € 20.000 

Intensità dell'aiuto

Il contributo è concesso in regime de minimis nelle seguenti percentuali:

  • Micro e Piccola impresa 40%
  • Media impresa 30%
  • Grande impresa 20% 

Presentazione della domanda:

La domanda deve essere redatta esclusivamente on-line accedendo al sito https://sviluppo.toscana.it/bandi a partire dalle ore 9.00 del 1 giugno 2016 e fino alle ore 17.00 del 1 agosto 2016

Per il testo di bando ed i relativi allegati clicca QUI.

Per informazioni:  

 

Questo contenuto è riservato ai soci. Accedi per leggere tutto.

Accesso utente
   

055 2707