14 Lug 2015

Il 7 luglio è stato pubblicato sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico il Comunicato con cui il Comitato ETS (1) rende note le modalità di assolvimento degli obblighi di conformità per le emissioni in eccesso degli anni 2013 e 2014 per i piccoli impianti in regime di opt out (2).

In particolare, si rende noto il capitolo di bilancio su cui effettuare i relativi versamenti e viene comunicata la data ultima per effettuare il pagamento, stabilita al ventesimo giorno dalla data di pubblicazione sul sito, vale a dire il 27 luglio p.v., secondo quanto previsto dalla Deliberazione 27/2015 (vedi precedente comunicato del 6 luglio).

I versamenti dovranno essere effettuati sul capitolo di entrata – capo XXXII n.2577, articolo 3, denominato: “Proventi derivanti dalla restituzione delle quote di emissione  di gas CO2 degli impianti di dimensioni ridotte, da corrispondere all’erario da parte dei gestori degli impianti in caso di emissioni eccedenti, ai sensi dell’articolo 38, comma
4, del decreto legislativo 13 marzo 2013, n.30", e possono essere effettuati in contanti  direttamente presso le sezioni provinciali della Tesoreria dello Stato (rinvenibili al  seguente link della Banca d’Italia:

https://www.bancaditalia.it/chi-siamo/organizzazione/filiali/index.html) o mediante bonifico bancario o postale utilizzando il seguente codice IBAN:
riferito alla sezione di Tesoreria di Roma succursale: IT 45A 01000 03245 348 0 32 2577 03.

Nella causale del versamento si deve indicare: “Assolvimento dell’obbligo previsto  alla  lettera a), comma 2, articolo 2, della delibera 16/2013 del Comitato ETS” e devono altresì essere indicati i dati anagrafici dell’impresa (n.autorizzazione AGES/RENAPE,  denominazione  impianto, gestore) e il riferimento agli estremi dell’invio per posta elettronica del modulo  presentato in allegato 1 alla delibera 27/2015.
Si ricorda infine che copia della ricevuta di versamento deve essere inviata ad  entrambi i seguenti indirizzi di posta elettronica:


e

secondo quanto previsto dalla Deliberazione 27/2015.

Note
1) Emissions Trading Scheme
2) Sono definiti opt-out i piccoli emettitori con emissioni di CO2 ridotte, verificate inferiori a 25.000 t CO2 eq. annue e, per la categoria degli impianti di combustione, dotati di una potenza iniziale installata inferiore a 35 MW (escluse le emissioni da biomassa).

Contatto
Giacomo Borselli, tel.0552707236 e-mail
 

Questo contenuto è riservato ai soci. Accedi per leggere tutto.

Accesso utente
   

055 2707