28 Nov 2016

L’INAIL con Delibera del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza n. 18 del 9 novembre 2016 ha previsto la concessione di finanziamenti alle PMI, anche individuali, iscritte alle CCIAA al fine di realizzare progetti finalizzati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro.

 Le attività interessate

Le attività interessate dal provvedimento sono classificate secondo i seguenti codici Ateco:

• 56.1 – Ristoranti e attività di ristorazione mobile;

• 56.2 – Fornitura di pasti preparati (catering e altri servizi di ristorazione);

• 56.3 – Bar ed altri servizi simili senza cucina;

• 47.11.40 – Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimenti vari;     

• 47.29.90 – Commercio al dettaglio di altri prodotti alimentari in esercizi specializzati nca (non classificati altrove).

Rischi considerati ed entità del finanziamento

Le risorse finanziarie stanziate dall’Inail riguardano progetti che determinano la riduzione e/o l’eliminazione dei rischi da taglio, le ustioni, le cadute e il rumore. Viene garantita la possibilità di finanziare più interventi nell’ambito dello stesso progetto.

Il contributo in conto capitale erogabile è compreso tra la misura minima di 2.000 € e quella massima di 50.000 € e viene riconosciuto nella misura massima del 65% dei costi ammissibili, sostenuti e documentati.

Allegati

Delibera Civ INAIL n. 18 del 9 novembre 2016