26 Giu 2018

Estremi:  Provvedimento prot. 117689/2018, del 13/06/2018 Agenzia Entrate, on-line dal 15/06/18 con allegato modello delega/revoca

Salvo modifiche e/o proroghe l’Agenzia delle Entrate prosegue nel predisporre disposizione in merito alla fatturazione elettronica che in parte entrerà in vigore dal 1/07 p.v. (carburanti per autotrazione) e, in forma generalizzata, dal 1/01/2019.

Per le operazioni attive/passive effettuate a decorrere dal 1/07/18 (salvo modifiche) concernenti le cessioni/acquisti di benzina e gasolio per autotrazione e dal 1/01/19 (salvo variazioni) per quelle soggette a fatturazione tra soggetti privati, scatterà l’obbligo di emettere/ricevere fatture (e le relative note di variazione) in formato elettronico strutturato (xml).

L’obbligo, con decorrenza 1° luglio p.v., comprenderà anche le prestazioni rese da subappaltatori e da subcontraenti ad appaltatori operanti a loro volta con un’amministrazione pubblica in base a contratti di appalto di fornitura di beni e/o servizi.

Il procedimento prevede che le E-fatture (E-variazioni), emesse dal cedente/prestatore siano trasmesse telematicamente allo SdI (Sistema di Interscambio gestito dalle Entrate) il quale, eseguiti i controlli di legge relativi ai dati obbligatori da indicare nelle fatture ex art. 21/633, nonchè i dati del mittente e quelli dei destinatari e la corretta predisposizione dei documenti, le trasmette ai destinatari,  gli acquirenti dei beni o dei servizi.

Il Provv. del 30/04/18, prot. 89757, ha previsto che i contribuenti, al fine di adempiere agli anzidetti obblighi, possano operare in proprio ovvero delegare altri soggetti all’utilizzo di tutti o di alcuni dei servizi predisposti dall’Amm. Finanziaria a beneficio dei contribuenti.

Il Provv. del 13/06/18, prot. 117689, con il relativo modello di delega/revoca allegato, on-line dal 15/06/18, disciplina le modalità attraverso le quali i contribuenti potranno accedere ai due servizi utili al fine di registrare l’indirizzo telematico che permette agli operatori di comunicare l’indirizzo cui ricevere le E-fatture, ovvero di generare il codice QR da mostrare al fornitore, conferendo delega, estesa a tutti i servizi oppure soltanto ad alcuni di essi, ad uno o più soggetti abilitati.

I servizi delegabili:

  1. consultazione e acquisizione delle E-fatture e loro duplicati informatici: quindi possibilità di accedere a tutti i servizi (ricerca, consultazione e acquisizione) concernenti la fattura elettronica;
  2. registrazione dell’indirizzo telematico: casella pec o codice destinatario a seconda di quale preferisce l’acquirente onde ricevere i relativi file.

I soggetti delegabili:

esclusivamente i soggetti abilitati alla trasmissione delle dichiarazioni fiscali (3° co., art. 3 del D.P.R. 322/98), uno o più soggetti indicando i limiti della delega ad ognuno conferita.

Le modalità di conferimento della delega:

  • direttamente, attraverso l’area riservata Entratel/Fisconline;
  • presentando l’apposita delega/revoca cartacea ad un qualsiasi ufficio dell’Ag. Entrate: si veda al proposito il modello predisposto dall’Ag. delle Entrate.

La validità temporale delle deleghe:

le deleghe conferite hanno una validità massima di 4 anni (se non viene indicato alcun termine la validità sarà comunque di 4 anni) e le stesse possono essere revocate in qualsiasi momento con le stesse modalità del conferimento.

Generazione del codice a barre (QR-code):

l’Amministrazione Finanziaria ha sottolineato l’importanza che assumerà la richiesta fatta dal contribuente, ovvero dai suoi delegati, di generazione del QR-code bidimensionale che rappresenterà la carta d’identità fiscale del contribuente.

Infatti il codice conterrà tutti i dati del sogg. passivo, sarà ottenibile accedendo al portale dell’Ag. Entrate rubricato “fatture e corrispettivi”, ovvero tramite il proprio cassetto fiscale, da parte dei soggetti aventi le credenziali Spid, Cns, Entratel o Fisconline.

La richiesta preventiva consentirà di comunicare l’indirizzo telematico al quale l’acquirente desidera ricevere il documento elettronico ed, in particolare, la presentazione del QR (su carta o tramite apparecchi elettronici portatili) permetterà al fornitore, con l’utilizzo di un semplice lettore, di avere a disposizione tutti i dati del cliente utili al fine della E-fatturazione.

 

Contatto

Area Economia e Diritto di Impresa

Vincenzo Padelletti, tel. 055/2707201