Finalità: incentivare gli investimenti in attività finalizzate allo sviluppo di reti commerciali in Paesi esterni all’Unione Europea, quali partecipazione a fiere, apertura di uffici e sedi espositive, realizzazione di attività di incoming rivolte a operatori esteri, attività promozionale anche attraverso strumenti informatici innovativi.

Beneficiari: micro e PMI in forma singola o associata (almeno 3 imprese),  operanti nell’industria, nei servizi e nel turismo.

Tipologia di interventi da effettuare:

  • “Partecipazione a fiere e saloni di rilevanza internazionale”
  • “Promozione mediante utilizzo di uffici o sale espositive all’estero”
  • “Servizi promozionali”
  • “Supporto specialistico all’internazionalizzazione”
  • “Supporto all’innovazione commerciale per la fattibilità di presidio su nuovi mercati”

Costo del progetto:

Micro Impresa: da € 10.000 a € 150.000

Piccola Impresa: da € 12.500 a € 150.000

Media Impresa: da € 20.000 a € 150.000

Consorzio/Soc.consortile/”Retisoggetto”: da € 35.000 a € 400.000

RTI/”Reticontratto”: da “somma degli importi minimi previsti per la singola impresa partner” a “somma dei massimali previsti per la singola impresa”. In ogni caso, l’investimento massimo attivabile non può essere superiore a € 1 mln.

Forma di agevolazione: contributo a fondo perduto, anche nella forma di voucher limitatamente alle spese rivolte a fornitori nazionali

Entità dell’agevolazione: varia dal 30% al 50% a seconda della tipologia di impresa e della tipologia di servizio attivato.

Presentazione delle domande: la date di apertura del bando saranno definite nel regolamento che disciplina la misura, di prossima pubblicazione.

In allegato i provvedimenti regionali, comprensivi anche dei criteri di selezione.