08 Gen 2016

L’art. 20 del D.Lgs. 175/14 stabilisce che “i fornitori degli esportatori devono riepilogare nella dichiarazione annuale I.V.A. i dati delle dichiarazioni di intento ricevute”.

A tale scopo è stato inserito nel modello della dichiarazione annuale I.V.A. per l’anno 2015 il nuovo “quadro VI” nel quale i fornitori degli esportatori “abituali” che hanno ricevuto le lettere di intento trasmesse dai loro clienti dovranno riportare:

–       il numero della partita I.V.A. del cliente: campo 1);

–       il numero di protocollo attribuito dall’Agenzia delle Entrate alla lettera di intento trasmessa telematicamente dal cliente all’Ag. delle Entrate: campo 2);

–       poiché la nuova procedura della trasmissione delle lettere di intento all’Ag. delle Entrate è entrata in vigore dal 12/02/15, limitatamente a quel periodo del 2015, può essere riportato, anziché il numero di protocollo anzidetto, il numero progressivo attribuito dal cliente alla lettera di intento inviata: campo 3).

E’ utile ricordare che dovranno essere riepilogate nel quadro VI anche le lettere di intento ricevute nel 2014 a valere per il 2015.

La premessa del punto 4.2.8 (pag. 50 delle istruzioni per compilare la dichiarazione annuale I.V.A. per il 2015) sembrerebbe includere nel nuovo adempimento “i soggetti che hanno effettuato operazioni non imponibili nei confronti di esportatori abituali” mentre il citato art. 20/175-14 comprende nell’obbligo dichiarativo “le lettere di intento ricevute”.

Da ciò potrebbe dedursi che il nuovo adempimento non riguarda i fornitori che, pur avendo ricevuto la lettera di intento, non hanno concretamente effettuato forniture di beni e/o servizi non imponibili ai loro clienti e in questa chiave di lettura, per conseguenza logica, non dovrebbero essere riportate nel nuovo quadro VI i dati delle lettere di intento ricevute nel 2015 a valere per il 2016.

Le istruzioni, infine, precisano che se non sono sufficienti i 6 righi previsti dal quadro VI per i indicare i dati relativi a tutte le lettere di intento ricevute, dovrà essere utilizzato un altro quadro VI indicando “02” e così via dicendo nel campo “MOD. N…..” (in alto a destra del modello quadri VJ – VI).

 

 

Contatto

Area Economia e Diritto di Impresa

Vincenzo Padelletti, tel. 055/2707201

Questo contenuto è riservato ai soci. Accedi per leggere tutto.

Accesso utente
   

055 2707