09 Gen 2018

Premessa
“Un’Unione che protegge” è una iniziativa dell’Unione Comuni Circondario dell’Empolese Valdelsa sviluppata nell’ambito del progetto europeo Life DERRIS. (www.derris.eu).
Il progetto DERRIS offre una serie di risposte concrete, creando un ponte tra il mondo assicurativo, la Pubblica amministrazione e le aziende.
L’obiettivo è quello di fornire alle PMI gli strumenti necessari per ridurre i rischi, e per fare ciò intende:
• Trasferire conoscenze dall’assicurazione alla PA e alle PMI su risk assessment e risk management di eventi legati al cambiamento climatico.
• Realizzare un tool di auto-valutazione per misurare il rischio e adottare misure di prevenzione e di gestione delle emergenze nelle aziende.
• Sviluppare forme innovative di partnership pubblico-privato tra l’assicurazione, la PA e le imprese, per incrementare la tutela del territorio e l’aumento della resilienza.
• Studiare strumenti finanziari innovativi che permettano di muovere capitali dedicati alla riduzione dei rischi.
Il progetto empolese
L’Unione dei Comuni Circondario dell’Empolese Valdelsa è uno degli 10 enti locali che ha deciso di partecipare al progetto DERRIS e di replicare l’esperienza svolta durante la sperimentazione pilota di Torino.
Con l’iniziativa “L’Unione che protegge”, l’Unione dei Comuni Circondario dell’Empolese Valdelsa intende lavorare insieme alle PMI per ridurre i rischi, minimizzare le conseguenze dei fenomeni meteo-climatici e aumentare la sicurezza complessiva del territorio e dei suoi cittadini.
In sintesi il progetto consiste in una valutazione puntuale della vulnerabilità delle aziende agli eventi meteo-climatici per individuare i potenziali rischi a cui l’azienda stessa è esposta e le misure di riduzione del rischio che possono essere intraprese grazie alla messa a disposizione di uno strumento informatico sia auto-valutazione dei rischi e individuazione delle azioni di miglioramento da intraprendere.
Il 27 novembre si è tenuto a Empoli un incontro pubblico di presentazione del progetto DERRIS in cui sono state presentate le attività previste per le PMI che aderiranno al percorso e le modalità di adesione.

Le aziende interessate e come partecipare al progetto
Possono partecipare al progetto tutte le aziende tra i 5 e i 250 dipendenti (escluso il settore agricolo). Le aziende interessate inviano il modulo di interesse (in allegato) entro il 15 gennaio 2018 alla:
Dott.ssa Elisabetta Poggi, Unione dei Comuni Circondario dell’Empolese Valdelsa, Responsabile Ufficio Segreteria Generale P.zza della Vittoria 54 – Empoli, Tel. 05719803238, Fax. 05719803333, E-mail: