26 Feb 2019

La principale novità riguarda la scadenza per la presentazione che viene fissata al 22 giugno.

Tale nuova scadenza è esplicitata all’art. 6 della Legge 25 gennaio 1994, n. 70 che prevede : “Qualora si renda necessario apportare, nell’anno successivo a quello di riferimento, modifiche ed integrazioni al modello unico di dichiarazione ambientale, le predette modifiche ed integrazioni sono disposte con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, da pubblicare nella Gazzetta Ufficiale entro la data del 1 marzo; in tale ipotesi, il termine per la presentazione del modello è fissato in centoventi giorni a decorrere dalla data di pubblicazione del predetto decreto”.

Pertanto, per il 2019 la scadenza no sarà più la 30 aprile come di consueto ma il 22 giugno.

Il nuovo Decreto introduce alcune limitate modifiche alle informazioni da trasmettere che riguardano le dichiarazioni presentate dai soggetti che svolgono attività di recupero e trattamento dei rifiuti e i Comuni. Non vi sono modifiche per quanto riguarda invece i produttori rimanendo immutati rispetto al 2018:

  • La struttura del modello, articolato sempre in 6 Comunicazioni;
  • I soggetti obbligati alla presentazione del MUD;
  • Le modalità per l’invio delle comunicazioni;
  • I Diritti di segreteria

A partire dai prossimi giorni sul sito di Ecocerved (www.ecocered.it) e sul sito di EcoCamere, nuovo sito ambientale delle Camere di commercio raggiungibile all’indirizzo www.ecocamere.it, saranno messi a disposizioni i materiali con le istruzioni per la compilazione, il software per la compilazione e la presentazione del MUD, nonché i tracciati record aggiornati per i produttori di software.

Sempre nei prossimi giorni verrà reso accessibile il portale per la compilazione del MUD Semplificato.