07 Set 2016

In virtù dell’entrata in vigore, dal 1° gennaio 2017, della nuova disciplina concernente i criteri della territorialità ai fini I.V.A. per i “servizi immobiliari” la Commissione Europea ha fornito alcuni chiarimenti con la nota pubblicata il 26/10/15.

Le interpretazioni fornite hanno principalmente lo scopo di rendere uniforme nell’ambito UE la tassazione di tali servizi ma, trattandosi di avvertenze non vincolanti, ogni Stato membro può adottarle e applicarle osservando propri criteri.

07 Set 2016
Si tratta del sesto seminario del programma informativo proposto dalla Camera di Commercio di Firenze per il 2016 nell’ambito della Convenzione “Diffusione della cultura economico-finanziaria tra le piccole e medie imprese della provincia di Firenze” che è stata sottoscritta con l’azienda speciale PromoFirenze, membro di Enterprise Europe Network, e con molti degli Istituti di credito e dei Consorzi di garanzia fidi operanti nel territorio provinciale.
06 Set 2016

A decorrere dal 1° maggio 2016 è entrato in vigore il nuovo codice doganale europeo e le Dogane, con la Circolare 19/04/16, n. 8/D, hanno commentato e illustrato le diverse novità emergenti dall’applicazione della nuova normativa.

Per quanto concerne le implicazioni delle nuove disposizioni con la normativa I.V.A. si forniscono le considerazioni che seguono.

A) Sdoganamento merci in importazione.

25 Lug 2016

A decorrere dal 23/07/16, le cessioni di basilico, rosmarino e salvia freschi destinati all’alimentazione passano dal 4% all’aliquota del 5%, mentre le cessioni di piante allo stato vegetativo di basilico, rosmarino e salvia scendono dal 10% per passare all’aliquota del 5% che comprende anche l’origano in rametti o sgranato che era soggetto all’aliquota ordinaria del 22%.

08 Lug 2016

In attuazione delle disposizioni recate con il 1° co. dell’art. 1 del D.Lgs. 5/08/15, n. 127 l’Agenzia delle Entrate, a decorrere dal 1° giugno 2016, ha messo a disposizione di tutti i contribuenti, gratuitamente, un servizio che consente:

la generazione;

la trasmissione;

la conservazione (su specifica richiesta che potrà essere anche in seguito revocata)

delle fatture elettroniche emesse e delle relative variazioni.

24 Mag 2016

L’allegato prospetto riassume sinteticamente gli adempimenti che i soggetti passivi I.V.A. italiani – forfetari o minimi, ovvero ordinari – dovrebbero osservare quando scambiano beni e/o servizi generici con operatori ordinari o minimi comunitari e con soggetti estraue.

 

Allegato prospetto.

 

Contatto

Area Economia e Diritto di Impresa

Vincenzo Padelletti, tel. 055/2707201