27 Giu 2016

Contatti:

dott.  Giorgio Pizzuti tel.  055 2707271;  e-mail:

d.ssa Enrica Masi tel. 055 2707219; e-mail:

 

27 Giu 2016

Nel corso di un seminario informativo del 22 giugno 2016, la ASL di Firenze ha evidenziato che, in estate, le ondate di calore possono mettere a rischio la salute e la sicurezza dei lavoratori edili che lavorano all’aperto. A tal fine la ASL di Firenze ha predisposto delle Linee Guida che illustrano le misure di prevenzione da adottare, nei mesi estivi, da parte delle imprese edili con particolare riferimento al colpo di calore.

22 Giu 2016

 

Con la Decisione n.1/2016 del 28 aprile, il Comitato Congiunto UE-EFTA ha apportato le opportune modifiche alla Convenzione sul transito comune del 20 maggio 1987, per uniformarla alle  innovazioni  introdotte al nuovo regime del transito dal Codice Doganale dell’Unione ( Reg. UE n°952/2013), in vigore dal 1° maggio del 2016.

22 Giu 2016

FIRENZE, 13 giugno ’16 – Più chiarezza, più velocità, più credito. Si chiama Bancopass e permetterà all’impresa di realizzare una “carta di identità” delle proprie caratteristiche economiche finanziarie, rendendo così più semplice, trasparente, efficace la loro comunicazione finanziaria.
Il nuovo servizio, promosso da Confindustria Firenze, è gratuito e nasce a supporto delle imprese fiorentine per semplificare il loro dialogo con gli istituti di credito. 

21 Giu 2016

Nel corso della riunione, convocata a delegazioni ristrette, abbiamo elencato i

principali aspetti normativi sui quali siamo disponibili a sviluppare un importante

confronto con le organizzazioni sindacali, prevedendo un percorso di approfondimento.

 

Riteniamo, infatti, che adeguare il CCNL alle riforme sul lavoro emanate negli ultimi

due anni e intervenire sugli istituti contrattuali che maggiormente possono incidere

sulla competitività delle imprese sia una priorità da perseguire e una opportunità da

20 Giu 2016

Premessa

Il Decreto Lavoro (1) ha istituito un “contingentamento” all’utilizzo, da parte di un medesimo datore di lavoro, dei lavoratori intermittenti, pari a 400 giornate di effettivo lavoro nell’arco di 3 anni solari. In caso di superamento del predetto periodo, il legislatore ha previsto una sanzione consistente nella trasformazione del rapporto di lavoro da intermittente a tempo pieno e indeterminato.

Indicazioni Ministeriali