Confindustria Firenze
Confindustria Firenze:
Sicurezza e Qualita' Sicurezza - Normativa
novità normativa

REACH: possibile classificazione di tre nuove sostanze come Substances of very high concern (SVHC)

16 Dicembre 2011
  • Soggetto emanatore

    Agenzia Europea per le sostanze chimiche (ECHA)


  • Argomento

    Possibile classificazione di tre sostanze chimiche come pericolose


  • Estremi della norma

    Regolamento CE 1907/2006


  • Implicazioni

    Possibile inclusione delle otto sostanze proposte nell’Allegato XIV del Regolamento sul REACH


Confindustria Firenze
Continua l’attività dell’Agenzia Europea ECHA che intende elaborare, ai sensi dell’All. XV del Regolamento REACH, un dossier tecnico scientifico per l’eventuale identificazione di tre nuove sostanze come substances of very high concern (SVHC)

 Il contesto
L’Agenzia Europea per le sostanze chimiche (ECHA) ha chiesto alcuni contributi ed informazioni agli Stati  Membri per valutare la possibilità di preparare un dossier, ai sensi dell’allegato XV del REACH, per l’eventuale identificazione di 3 nuove sostanze come substances of very high concern (SVHC). Il  dossier  di  cui  all’allegato  XV  è  unl dossier tecnico-scientifico (predisposto o dalla Commissione Europea o da uno Stato membro richiedente) che può condurre alla classificazione delle sostanze di volta in volta esaminate come sostanze pericolose per l’ambiente e la salute.

La novità
Le tre nuove sostanze proposte sono le seguenti:
- lead oxide (EC: 215-267-0)
- lead tetroxide (EC: 215-235-6)
- basic lead carbonate (EC: 215-290-6)
Da una prima consultazione da parte dell’ECHA le tre sostanze proposte risulterebbero di ampio utilizzo in diversi settori produttivi. Le informazioni richieste agli Stati membri vertono principalmente sui volumi prodotti, sugli usi, sulle caratteristiche  di  esposizione e sulle alternative eventualmente disponibili. A tal fine l’ECHA ha predisposto un questionario in inglese in  cui  vengono  richieste  tali informazioni. Alleghiamo tale questionario per una valutazione ed eventuale coinvolgimento da parte delle aziende associate potenzialmente interessate.

Gli impieghi nel sistema industriale italiano delle tre sostanze proposte
Riportiamo alcune informazioni sugli impieghi delle tre sostanze proposte riportate nel sito http://www.dors.it/matline/index.php):

LEAX OXIDE (Diossido di Piombo-PbO)
 
   - Fusione e raffinazione del piombo.
   - Industria  dei  metalli (Lavorazione dei metalli e delle loro leghe, produzione di polveri metalliche, saldatura e demolizione di costruzioni metalliche, saldatura di alluminio, operazioni di taglio).
   - Produzione di batterie.
   - Industria delle costruzioni.
   - Lavori di tornitura, fresatura, trapanatura.
   - Industrie di produzione di pigmenti e vernici.
   - Officine meccaniche in genere.
   - Costruzione di apparecchi di produzione di vapore, di riscaldamento, di refrigerazione, di condizionamento.
   - Industria della ceramica.
   - Produzione  di lana di vetro, scorie o rocce, di fondenti, vernici e smalti vetrosi.
   - Industria editoriale.

LEAD TETROXIDE (Tetraossido di piombo-Pb3O4)

   - Produzione di batterie.
   - Produzione di pitture e vernici.
   - Verniciatura di manufatti metallici. Elettrovellutazione.
   - Industria del vetro (produzione artistica in vetro, fabbricazione di vetro piano, seconda lavorazione e trasformazione del vetro cavo)
   - Settore edilizio (lavori di finitura delle costruzioni).
   - Costruzione di impianti elettrici.
   - Industria ceramica.
   - Lavorazione di rocce e minerali con azione meccanica.
   - Produzione  di  inchiostri,  gomma  arabica,  colle,  prodotti  per tipografie.

BASIC LEAD CARBONATE (carbonato di piombo anidro neutro-PbCO3EC)

   - Industria delle vernici (uso soggetto a restrizione).
   - Industria ceramica.
   - Industria del  cemento  (produzione,  confezionamento, trasporto di conglomerati cementizi).
   - Industria cartotecnica.
   - Industria  chimica  (catalizzatore  per  la  polimerizzazione  della formaldeide,  catalizzatore  nel  trattamento  delle  resine siliconiche termoindurenti,  rivestimento  dei  polimeri  in vinilcloruro al fine di migliorare le proprietà dielettriche, lavorazione e trasformazione delle resine sintetiche materiali polimerici termoplastici e  termoindurenti).
- Industria grafica (Fotoconduttori per elettrofotografia, rivestimento di lamine sensibili al calore per copia termografica).
   - Industria della plastica (componente di un lubrificante stabilizzante per PVC).
   - Componente nella fabbricazione di termistori.
   - Come  componente  in  cere  anti-slittamento per cavi d'acciaio allo scopo di fornire una più alta resistenza al logoramento.
Precisiamo che  tale  sostanza  è  già  soggetta  a  restrizioni  secondo l'Allegato  XVII  (restrizione  16)  del  regolamento  REACH  e  successivi aggiornamenti (reg.(CE) 552/2009).


Allegati
Questions for MSCAs – potential identification of three substances of very high concern (SVHC) under REACH

Contatto
Area Ambiente, Sicurezza, Energia, Qualità
Antonio Cammarano
Tel. 0552707285
e-mail antonio.cammarano@confindustriafirenze.it

 

Allegati

Per l'apertura dei documenti pdf è consigliabile installare l'ultima versione di Acrobat Reader

Login utenti registrati


Agenda
«  

Agosto 2014

  »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31