Confindustria Firenze
Confindustria Firenze:
Sicurezza e Qualita' Sicurezza - Normativa
chiarimenti

Linee guida sulla sicurezza nel comparto vinicolo e oleario

6 Marzo 2012
  • Soggetto emanatore

    INAIL


  • Argomento

    I rischi professionali connessi con la produzione di vino e olio


  • Normativa collegata

    D.Lgs. 81/2008


  • Implicazioni

    Risultati del progetto e indirizzi tecnici.


  • Estremi chiarimento

    Pubblicazioni monotematiche sul comparto vinicolo e oleario


INAIL ha pubblicato la sintesi di una indagine di settore in tre documenti sui cicli produttivi e i rischi professionali connessi al comparto vinicolo e oleario. I documenti contengono i risultati del progetto che ha inteso esaminare e valutare i rischi professionali connessi con la produzione del vino e dell’olio.

Dal sito Internet dell'INAIL è possibile scaricare tre pubblicazioni che contengono i risultati del progetto che ha inteso esaminare e valutare i rischi professionali connessi alle attività di produzione del vino e dell'olio.

Le pubblicazioni (si legge nella nota di presentazione del sito Internet INAIL):
illustrano i risultati del progetto realizzato da un gruppo di lavoro multidisciplinare composto da professionisti della CONTARP che ha inteso esaminare e valutare i rischi professionali connessi alle attività di produzione del vino e dell'olio.
Tali comparti produttivi, nonostante la notevole rilevanza socio-economica e culturale che rivestono nel contesto produttivo italiano, risultano poco esplorati dal punto di vista della tutela della sicurezza del lavoro, a causa di una molteplicità di ragioni; tra queste vi è l'oggettiva difficoltà di delineare i profili espositivi degli operatori del settore, dovuta al carattere di stagionalità delle attività svolte e all'intercambiabilità delle mansioni lavorative in funzione delle esigenze del ciclo produttivo.
Al progetto, che si è avvalso del finanziamento del Ministero del Lavoro, hanno collaborato aziende di dimensioni medio-piccole, dislocate nell'Italia Centrale.
I risultati ottenuti dai monitoraggi dei principali rischi, di tipo fisico, chimico e biologico, presenti negli ambienti di lavoro, hanno consentito una prima caratterizzazione degli stessi, correlandoli a specifiche fasi di lavorazione delle materie prime.
Per tali fasi l'indagine realizzata ha permesso di proporre misure preliminari di prevenzione e protezione utili al contenimento di tali rischi”.

Iniziative di Confindustria Firenze
Il comunicato si inserisce nelle attività informative/divulgative del Progetto Assicura Sicurezza Insieme.

Contatto
Area ASEQ, Giacomo Borselli Tel.0552707236, e-mail giacomo.borselli@confindustriafirenze.it

 

 

 

    Login utenti registrati


    Agenda
    «  

    Agosto 2014

      »
    Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
     
     
     
     
    1
     
    2
     
    3
     
    4
     
    5
     
    6
     
    7
     
    8
     
    9
     
    10
     
    11
     
    12
     
    13
     
    14
     
    15
     
    16
     
    17
     
    18
     
    19
     
    20
     
    21
     
    22
     
    23
     
    24
     
    25
     
    26
     
    27
     
    28
     
    29
     
    30
     
    31