14 Feb 2017

L’INPS rimborserà il datore di lavoro per le retribuzioni spettanti al  lavoratore dipendente che sia stato accertato inidoneo alla donazione di sangue o emocomponenti limitatamente al tempo necessario all’accertamento dell’inidoneità.

L’intervallo di tempo deve essere calcolato con riferimento sia al tempo di permanenza presso il centro trasfusionale sia a quello di spostamento dallo stesso alla sede di lavoro.

Questo contenuto è riservato ai soci. Accedi per leggere tutto.

Accesso utente