Piccola Industria Confindustria e Intesa San Paolo il 15 novembre scorso hanno sottoscritto l’accordo “PROGETTARE IL FUTURO. Accelerazione, trasformazione, competitività”, rinnovando e rafforzando una collaborazione, attiva dal 2009, con cui mettere a disposizione delle PMI strumenti e soluzioni per il loro rafforzamento.

L’intesa che prosegue e potenzia le iniziative avviate dal precedente accordo, introduce nuove soluzioni rivolte a supportare le imprese nel rispondere alle sfide attuali, e, in particolare, ai cambiamenti imposti da Industria 4.0.

Con una durata triennale a conferma della natura modulare e integrabile nel tempo e un plafond di 90 miliardi si focalizza in particolare su:

Finanza per la crescita: proseguendo le iniziative per valorizzare gli elementi qualitativi nella valutazione del merito del credito, sostenendo il rilancio degli investimenti e favorendo la patrimonializzazione delle PMI, anche tramite la promozione congiunta del Progetto Elite;

Capitale Umano: con iniziative relative al welfare, all’alternanza scuola – lavoro e alla formazione delle imprese in un’ottica 4.0;

Ecosistemi di imprese e integrazione di business: implementando il Progetto Filiera, sostenendo la trasformazione digitale delle PMI anche con soluzioni finanziarie a supporto delle agevolazioni previste dal Piano ndustria 4.0 e dalla Legge Bilancio, promuovendo l’open innovation, con il Tech Marketplace e AdottUp e prevedendo soluzioni per valorizzare il patrimonio culturale e turistico italiano;

Nuova imprenditorialità, giovani e imprenditoria femminile: con soluzioni a sostegno delle strart up, dell’imprenditoria femminile e di quella immigrata.

In allegato il testo dell’Accordo e il comunicato stampa.