L’intervento sarà realizzato mediante tre bandi le cui caratteristiche principali sono:

–          Bando 1:  progetti strategici presentati da grandi imprese in collaborazione con 3 MPMI (con o senza organismi di ricerca) di importo compreso tra 2 e 7 milioni di euro e durata di 24 mesi;

–          Bando 2: progetti presentati da MPMI in forma singola o associata (con o senza organismi di ricerca), di taglia compresa tra 150.000 euro e 2 milioni di euro, della durata di 18 mesi;

–          Bando 3: riservato alle sole grandi imprese e MPMI già ammesse sulla graduatoria dei protocolli di insediamento (decreto dirigenziale n. 1419/2016).

Per quanto riguarda i bandi 1 e 2 è richiesto di essere impresa dinamica, ossia impresa che dimostri di aver mantenuto o incrementato il proprio fatturato, come risulta confrontando il fatturato medio del triennio 2010-2012 e quello del triennio 2013-2015.

L’aiuto è concesso nella forma di contributo a fondo perduto, nelle seguenti percentuali:

–          Micro e piccola impresa: 45% se in cooperazione con altre imprese e 35% se sola;

–          Media impresa: 40% se in cooperazione con altre imprese e 30% se sola;

–          Grande impresa in collaborazione con MPMI: 25%;

–          Organismo di ricerca: 45%.

E’ prevista una maggiorazione del 5% sulle intensità di cui sopra a fronte di progetti in tema di Industria 4.0.

In fase di valutazione della domanda sono previsti criteri di selezione e premialità, tra cui premialità importanti per progetti coerenti con la Strategia Industria 4.0 e per progetti che hanno ottenuto il “Seal of Excellence” nell’ambito del programma H2020.

Circa le risorse disponibili, il bando aprirà con una dotazione di partenza pari a complessivi 18,5 milioni di euro così suddivisi:

– € 6,1 milioni per il Bando 1;

– € 8,9 milioni per il Bando 2;

– € 3,5 milioni per il Bando 3 (riservato ai protocolli di insediamento).

E’ prevista una riserva di fondi di € 3 milioni destinata al settore MEDTECH, ossia a sostegno dello sviluppo di tecnologie sanitarie innovative.

Le date di apertura del bando saranno definite nel regolamento tecnico dei bandi, di prossima approvazione.

In allegato i provvedimenti regionali.