13 Feb 2019

È stata pubblicata, sulla G.U. n. 36 del 12 febbraio 2019, la legge N°12 dell’11 febbraio 2019, di conversione del D.L. 135/2018, recante disposizioni urgenti in materia di sostegno e semplificazione per le imprese e per la P.A..

All’art. 6 viene istituito il nuovo registro e viene dato mandato al Ministro dell’ambiente e della tutela  del  territorio di definire le modalità di organizzazione e funzionamento del Registro  elettronico nazionale, le modalità di iscrizione dei  soggetti  obbligati  e  di coloro  che   intendano   volontariamente   aderirvi,   nonché   gli adempimenti  cui  i  medesimi  sono  tenuti,   secondo   criteri   di gradualità per la progressiva partecipazione di tutti gli operatori.

Al nuovo registro, gestito direttamente dal Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, sono tenuti ad  iscriversi,  entro  il  termine  individuato  da successivo decreto, gli enti e le imprese  che  effettuano il trattamento dei rifiuti, i produttori di rifiuti pericolosi e  gli enti e le imprese che raccolgono o trasportano rifiuti  pericolosi  a titolo professionale o che operano in  qualità  di  commercianti  ed intermediari di rifiuti  pericolosi,  i  Consorzi  istituiti  per  il recupero e  il  riciclaggio  di  particolari  tipologie  di  rifiuti, nonché’, con riferimento ai rifiuti non pericolosi, i soggetti di cui all’articolo 189, comma 3, del decreto legislativo 3 aprile 2006,  n. 152.