E’ iniziata la trattativa per il rinnovo del Contratto nazionale di lavoro del settore Tessile Abbigliamento Moda, scaduto il 31 marzo 2016. Per una compiuta informazione sul primo incontro del negoziato con le organizzazioni sindacali rimandiamo all’INFORMATIVA n. 1, qui allegata.
L’applicazione del CCNL Tessile Abbigliamento Moda è stata estesa a tutte le aziende dei comparti tessili vari, torcitura e filatura serica con l’Accordo 27 MAGGIO 2015, sottoscritto da SMI e sindacati nazionali a seguito dell’espulsione della Federazione Tessilivari da Confindustria.
Ricordiamo, tuttavia, che tale Accordo 27/5/2015 prolunga la durata della parte economica del CCNL per le aziende che lo applicano fino al 31 marzo 2017. Pertanto, fino a tale data, sicuramente le aziende interessate saranno salvaguardate da ulteriori oneri.
Con l’occasione, segnaliamo che inizierà nei prossimi giorni anche la trattativa per il rinnovo del CCNL Uniontessile-Confapi, scaduto sempre il 31 marzo 2016, nel quale potevano confluire le aziende associate alla Federazione Tessilivari in base all’Accordo tra Uniontessile e sindacati del 9/11/2015. Tuttavia, precisiamo che, a differenza dell’Accordo SMI del 27/5/2015, tale accordo non ha previsto alcun prolungamento della durata del CCNL e, pertanto, risulta già scaduto alla medesima data del 31/3/2016, con possibili ulteriori costi per le aziende dal 1° aprile 2016.
Per maggior chiarezza e facilità di consultazione, in allegato pubblichiamo una comunicazione del 12 novembre 2015 (Circ. n. 15/2015) nella quale è  riportato un semplice raffronto tra i due accordi, quello di SMI del 27/5/2015 e quello di Uniontessile-Confapi del 9/11/2015, con una tabella di comparazione dei relativi costi contrattuali.

Contatti:

d.ssa Stefania Rinaldo tel. 055 2707274;  e-mail:

dott. Leopoldo Viviani tel. 0571 74040;  e-mail: