31 Gen 2017

Massimizzare le opportunità formative e di occupabilità per i ragazzi, far conoscere tutte le realtà industriali del territorio, anche le meno note ai giovani: sui percorsi di alternanza scuola lavoro, nasce un programma operativo comune fra le aree più manifatturiere della città metropolitana fiorentina.
Il progetto di lavoro nasce dal consiglio direttivo della Sezione territoriale Empolese Valdelsa di Confindustria Firenze e ha aderito il consiglio direttivo della Sezione Fiorentina Nord di Confindustria Firenze.

Il percorso di attuazione è ancora allo studio, ma gli obbiettivi sono già ben definiti: sfruttare i percorsi di alternanza per dare occasione ai ragazzi di conoscere le realtà industriali del territorio e le loro esigenze e possibilità occupazionali. Ma anche offrire l’opportunità alle imprese di un rapporto diretto con le generazioni del futuro per approfondire con loro nuovi modi e linguaggi di relazione e, nel contempo, contribuire alla costruzione del loro progetto lavorativo.

“I percorsi di alternanza sono anche una straordinaria possibilità per stimolare sul territorio la cultura di impresa. I ragazzi provano in prima persona il lavoro nell’impresa, ne sperimentano i loro aspetti e opportunità professionali e di crescita”, sottolinea Michele Pezza, presidente della Sezione territoriale Empolese Valdelsa di Confindustria Firenze.

“L’alternanza Scuola Lavoro è propedeutica anche all’incremento dei rapporti delle Imprese con il mondo della Ricerca scientifica costituito dalle Università e dagli Enti di Ricerca presenti sul territorio, rapporti ancora oggi al di sotto delle potenzialità e delle necessità”, aggiunge Claudio Tasselli, presidente della Sezione territoriale Fiorentina Nord di Confindustria Firenze.

Il primo incontro di lavoro fra i due consigli direttivi, ha avuto luogo ieri pomeriggio a Empoli.
La Sezione territoriale Empolese Valdelsa ha già avuto il sostegno a partecipare al progetto, da parte del presidente dell’Unione dei Comuni del Circondario e vicepresidente della Città Metropolitana Brenda Barnini e del delegato dell’Unione allo sviluppo delle imprese Alessio Falorni; fissando un calendario di incontri periodici, il primo è in programma a fine febbraio, con tutti i dirigenti scolastici delle scuole superiori del territorio per definire le linee di progetto.

Nel corso dell’incontro di ieri è stato ricordato anche Nedo Beduini, storico imprenditore empolese.

La Sezione Fiorentina Nord di Confindustria Firenze comprende i territori produttivi dei comuni di Sesto Fiorentino, Calenzano, Campi Bisenzio, Signa, Lastra a Signa.
La Sezione Empolese Valdelsa di Confindustria Firenze comprende gli 11 dell’Unione dei Comuni del Circondario Empolese Valdelsa.

055 2707419