04 Ago 2016

Su 1167 proposte ricevute, 56 sono state selezionate per il finanziamento, per un totale di 65 imprese beneficiarie e un contributo finanziario complessivo di 90 milioni di euro. L’Italia, con 5 progetti selezionati per un totale di 7 PMI beneficiarie, si posiziona al secondo posto dopo la Spagna (19 beneficiari).

 

Fino ad oggi la Commissione europea ha finanziato, in Fase, 529 PMI provenienti da tutta Europa. L’Italia si colloca al terzo posoto con 61 PMI finanziate in Fase 2, dopo Spagna (100) e Regno Unito (66), dall’apertura dello strumento PMI ad oggi.

 

La Commissione europea finanzia attività di dimostrazione, testing, piloting, scaling up e miniaturizzazione, in aggiunta allo sviluppo di un piano di business per il proprio prodotto. Per ciascun progetto viene stanziato un contributo compreso tra 0,5 e 2,5 milioni di euro (5 milioni per i progetti riguardanti il settore salute). Le imprese beneficeranno, inoltre, di 12 giornate di business coaching.

 

Gli elenchi aggiornati delle PMI finanziate fino ad ora per la Fase 2 sono disponibili a questo link.

 

La prossima scadenza utile per la presentazione delle proposte in Fase 2 è il 13 ottobre 2016.

 

Per informazioni:

Questo contenuto è riservato ai soci. Accedi per leggere tutto.

Accesso utente
   

055 2707