13 Lug 2016

Lo scorso 27 giugno l’ISPRA ha presentato, nell’ambito di un incontro a cui sono stati invitati Confindustria, Rete Imprese Italia, FISE Assoambiente ed Utilitalia, una prima versione (non definitiva ma indicativa per la raccolta di osservazioni /contribuiti) di Linee guida sui criteri tecnici per stabilire quando il trattamento non è necessario ai fini dello smaltimento dei rifiuti in discarica ai sensi dell’art. 48 della Legge 221/2015 (cd. collegato Ambientale). Ricordiamo infatti che l'art. 48 ha aggiunto un capoverso in calce al comma 1 lett. b) dell'art. 7 del D.Lgs. 36/2003 (decreto di recepimento della direttiva discariche del '99) che quindi dispone oggi che: "1. I rifiuti possono essere collocati in discarica solo dopo trattamento. Tale disposizione non si applica: a) ai rifiuti inerti il cui trattamento non sia tecnicamente fattibile; b) ai rifiuti il cui trattamento non contribuisce al raggiungimento delle finalità di cui all'articolo 1, riducendo la quantità dei rifiuti o i rischi per la salute umana e l'ambiente, e non risulta indispensabile ai fini del rispetto dei limiti fissati dalla normativa vigente. ((L'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale individua, entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione, i criteri tecnici da applicare per stabilire quando il trattamento non e' necessario ai predetti fini))". Abbiamo ricevuto questa versione da poter mettere a vostra disposizione per raccogliere osservazioni e commenti. All.to nota ISPRA trattamento rifiuti Contatto Luana Berbeglia tel.0552707268 e-mail Giacomo Borselli tel.0552707236, e-mail

Questo contenuto è riservato ai soci. Accedi per leggere tutto.

Accesso utente
   

055 2707