Il Decreto Legge “Cura Italia”, che prevede tra i vari interventi anche quelli volti al sostegno economico delle imprese per far fronte all’emergenza COVID-19, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale ed è entrato in vigore il 17 marzo 2020. In particolare segnaliamo misure che supportano le micro, piccole e medie imprese tramite il sistema bancario e l’utilizzo del Fondo centrale di garanzia, tra le quali:

  • moratoria dei finanziamenti a micro, piccole e medie imprese (mutui, leasing, aperture di credito e finanziamenti a breve in scadenza);
  • potenziamento del Fondo di garanzia PMI, anche per la rinegoziazione dei prestiti esistenti;
  • rafforzamento dei Confidi per le microimprese;
  • introduzione di un meccanismo di controgaranzia per le banche, da parte di Cassa Depositi e Prestiti, con cui consentire l’espansione del credito anche alle imprese medio-grandi impattate dalla crisi.

Il Decreto prevede inoltre la possibilità, in linea con quanto sollecitato da Confindustria, che con successivo provvedimento ministeriale siano introdotte ulteriori misure di sostegno finanziario alle imprese, anche grandi, nella forma di finanziamenti agevolati e di garanzie fino al 90%.

Nel documento allegato riportiamo una descrizione delle principali misure introdotte. Nei prossimi giorni seguiranno ulteriori indicazioni di dettaglio anche sulla base delle diverse questioni applicative che stanno emergendo.