02 Mar 2021

L’Agenzia delle Dogane ha definito nuove modalità di predisposizione ed invio delle Dichiarazioni annuali di consumo energia per il 2020.

Soggetti obbligati
Sono soggetti obbligati a presentare all’Agenzia delle Dogane, entro il 31 marzo di ogni anno, le dichiarazioni di consumo di energia elettrica e gas, tutte le aziende che consumano in parte o totalmente l’energia elettrica autoprodotta (ad esempio dal fotovoltaico, da impianti di cogenerazione a gas naturale o a combustibili rinnovabili quali le biomasse) o che godono di esenzioni sulle imposte di consumo sull’energia (per particolari processi che sono considerati “usi esenti”).
soggetti che esercitano officine di Energia Elettrica, ad esempio soggetti che producono energia da fonti rinnovabili, con impianti con potenza disponibile superiore ai 20KWp, oppure soggetti che utilizzano energia in usi esenti imposta ed hanno presentato idonea denuncia UTF all’Agenzia delle Dogane, sono obbligati ogni anno entro il 31 marzo a presentare la Dichiarazione Annuale dei Consumi.

Ricordiamo che anche i gruppi di continuità con potenza superiore a 400 kW hanno l’obbligo della denuncia annuale.

Ricordiamo inoltre che ai sensi del D.Lgs 26/2007 l’esenzione dall’imposta è consentita su richiesta dell’interessato e per gli utenti che consumano energia elettrica al di sopra dei 1,2 GWh mese; impiegano l’energia nei settori di cui al punto 4 della direttiva EU, cioè: se utilizzata principalmente per la riduzione chimica e nei processi elettrolitici e metallurgici; se impiegata nei processi mineralogici; se impiegata per la realizzazione di prodotti sul cui costo finale, calcolato in media per unità, incida per oltre il 50 per cento.

Termini, scadenze e novità
I soggetti in possesso di una licenza d’officina elettrica rilasciata dall’Agenzia delle Dogane devono presentare entro il 31 marzo 2021 la dichiarazione di consumo per l’anno d’imposta 2020 mentre l’eventuale saldo a debito dell’accisa, risultante dal conguaglio della dichiarazione, deve essere versato entro il 16 marzo.

Con la Nota n 156148 del 31 ottobre 2019 dell’Agenzia delle Dogane, sono state definite nuove modalità di predisposizione ed invio delle dichiarazioni annuali di consumo energia elettrica, in vigore dall’esercizio finanziario 2020. Le nuove modalità prevedono esclusivamente l’utilizzo della Nuova Piattaforma Web Service attraverso due distinti canali alternativi:

1. Tramite il portale PUDM dell’Agenzia delle Dogane tramite SPID/CNS del legale rappresentante User to System (U 2 S);
2. Attraverso l’utilizzo di un software System to System (S 2 S).

Diversamente dagli anni scorsi quindi, non si potrà più scaricare il software per la compilazione delle dichiarazioni, né usare le credenziali del servizio telematico doganale EDI.

Nel primo caso l’azienda (titolare di licenza di officina) potrà compilare la dichiarazione digitando i dati direttamente nelle maschere del portale, ma accedendo con SPID/CNS dell’utente preventivamente configurato ed abilitato (e non più con le credenziali del servizio telematico EDI). Nel secondo caso, invece, per la compilazione e invio della dichiarazione è necessario avvalersi di piattaforme software sviluppate appositamente da terzi (o realizzate in proprio) entrambe le modalità prevedono alcune attività preliminari abilitative e la possibilità di delegare l’attività a terzi.

Ricordiamo che il mancato invio della dichiarazione di consumo comporta una sanzione amministrativa in base all’articolo 7 del D lgs 18 dicembre 1997 n 472 e, per i titolari di impianti fotovoltaici incentivati, anche la sospensione degli incentivi da parte del GSE.

Azioni del Consorzio Energie Firenze
CEF supporta le imprese fornendo consulenza specifica e qualificata per la redazione delle richieste di esenzione. Il Consorzio è disponibile a supportare quelle aziende che intendano gestire in outsourcing la preparazione della documentazione necessaria all’Agenzia delle Dogane affidandosi a tecnici esperti e in continuo contatto con gli uffici locali dell’Agenzia.

Anche quest’anno il Consorzio ha organizzato il servizio di gestione delle dichiarazioni UTF per l’anno in corso. Non sempre la compilazione di tale documentazione, di fondamentale rilevanza ai fini fiscali, risulta infatti essere di facile e di immediata comprensione.

Le imprese interessate possono contattare gli uffici di CEF per un preventivo del servizio a prezzi vantaggiosi.

Consorzio Energia Firenze

Via Valfonda 9/11, 50123 Firenze
tel. 055 2707286 – fax. 055 2707204
e-mail consorzio.cef@confindustriafirenze.it