15 Giu 2020

Dal 1° gennaio 2020 i piccoli clienti privati di energia e gas possono “in ogni caso” eccepire la prescrizione per importi fatturati relativi ai consumi antecedenti i 2 anni.

Contesto
L’ARERA, con la Delibera 184/2020/R/com del 26 maggio 2020, è tornata a regolare la prescrizione della fatture di energia elettrica e gas per gli utenti privati in bassa tensione e quelli per il gas che hanno una fornitura annua non superiore ai 200.000 mc (indicati all’art. 2.3, lettere a) e c) del TIV e all’art. 2.3 lettere a), b), c), d) del TIVG).

Già prima di questa nuova Delibera i venditori erano tenuti a emettere, in alternativa:

–       una fattura separata contenente esclusivamente gli importi per consumi risalenti a più di 2 anni,
–       oppure ad evidenziare tali importi in modo chiaro e comprensibile all’interno dei documenti di fatturazione, anche se contenenti altri importi non prescritti.

Novità
L’ARERA ha dunque integrato l’impianto della normativa esistente (Delibera 569/2018/R/com) precisando che la prescrizione biennale non è preclusa nei casi in cui la mancata o erronea rilevazione dei relativi dati derivi da responsabilità accertata del cliente finale (requisito previsto in precedenza dalla L. 205/2017, art. 1, comma 5, abrogato dalla L. 160/2019, art. 1, comma 295).

Viene inoltre adeguata l’informativa che i fornitori devono inserire nelle fatture, anche in caso di procedure di messa in mora collegate, nonché in caso di risposta ai reclami scritti dai clienti/utenti.

Venditori e gestori sono tenuti, in ogni caso, a fornire adeguata informazione ai clienti della possibilità di eccepire gli importi più vecchi richiesti risalenti a più di due anni, mettendo a disposizione un modulo (sul sito internet o allo sportello) per consentire al cliente di esprimere la volontà di far valere la prescrizione con i recapiti a cui inviare la richiesta.

L’ARERA ha voluto rafforzare ulteriormente le tutele riconosciute ai clienti di più piccole dimensioni in caso di fatturazione di importi risalenti nel tempo, pertanto “in ogni caso” è valida la prescrizione.

Azioni del Consorzio Energie Firenze
Il Consorzio Energie Firenze sfruttando le condizioni favorevoli di mercato  rinnova i contratti per la fornitura di energia elettrica e del gas naturale. Il monitoraggio continuo del mercato energetico e delle condizioni proposte dai fornitori può consentire di sfruttare l’eventuale discesa dei prezzi.

Il Consorzio CEF offre gratuitamente alle imprese interessate una valutazione dei possibili risparmi dei propri contratti (o offerte contrattuali) comparandoli con i contratti convenzionati del Consorzio in modo che siano analizzati nel loro complesso, per verificare come spesso accade che non vi siano penali ed extra costi che i nostri contratti non prevedono e che il Consorzio non accetta.

Le aziende interessate possono contattare gli uffici del Consorzio:

Dott.ssa Catia Tarquini
email catia.tarquini@confindustriafirenze.it,
tel 055.2707286.