07 Mag 2020

L’Autorità per l’energia proroga fino al 17 maggio – per i soli clienti domestici – il blocco delle procedure di sospensione delle forniture di energia elettrica, gas e acqua.

Coerentemente con le rinnovate misure governative di contenimento dell’epidemia da COVID-19 e a seguito dei primi risultati del proprio monitoraggio sui potenziali impatti finanziari delle misure introdotte sui diversi settori, l’Autorità ritiene opportuno continuare ad assicurare la tutela dei clienti e degli utenti domestici, in modo proporzionato e adeguato a garantire anche la necessaria sostenibilità finanziaria degli interventi per tutta la filiera dell’energia e dell’ambiente. Il provvedimento di proroga, quindi, conferma il blocco dei procedimenti di morosità (vedi nel dettaglio i precedenti a questo link) fino al 17 Maggio 2020, per tutti i clienti domestici dell’energia elettrica e per i clienti domestici gas con consumi non superiori a 200.000 Smc/anno. Anche per il settore idrico il provvedimento è ugualmente valido per tutte le utenze domestiche.

Al termine del periodo di proroga, i fornitori dovranno riavviare le procedure di costituzione in mora dei clienti/utenti finali, rispettando i tempi di preavviso previsti dalle regole settoriali (energia, gas, acqua). La prima comunicazione di sollecito o di costituzione in mora dovrà contenere – essendo stati confermati i criteri di rateizzazione definiti con la delibera 117/2020/R/com – l’offerta al utente di poter rateizzare i relativi importi senza il pagamento di interessi.