Artes 4.0, uno degli 8 Centri di Competenza selezionati dal Ministero dello Sviluppo Economico nell’ambito del Piano Nazione Industria 4.0., apre un nuovo bando per promuovere la realizzazione di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale. La dotazione finanziaria è pari a circa 1,9 milioni di euro.

Beneficiari: micro, piccole e medie imprese, grandi imprese, start-up. Le imprese possono partecipare in forma singola o di partenariati costituiti da imprese. Le Università e gli Organismi di ricerca possono partecipare ai progetti solo come fornitori di beni e servizi, non come partner.

Ambiti applicativi: progetti aventi ad oggetto attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale tramite utilizzo di tecnologie 4.0 (robotica, intelligenza artificiale, realtà aumentata, sensoristica, cyber security, ecc.) finalizzate alla realizzazione o al notevole miglioramento di prodotti, processi, servizi, modelli di business e organizzativi.

Contributi: fino all’importo massimo di 200.000 euro per ciascun progetto. L’intensità di aiuto è pari al 50% per costi di ricerca industriale e al 25% per costi di sviluppo sperimentale.

Costi ammissibili: spese di personale, strumenti e attrezzature, servizi di consulenza e beni immateriali (massimo 50% del totale spese), ecc.

Presentazione delle domande: fino alle ore 17 del 30 settembre 2020 tramite accesso alla piattaforma di sottomissione delle proposte. Le domande saranno valutate sulla base di criteri di valutazione e premialità dettagliati nel bando e sarà pubblicata una graduatoria. ARTES 4.0 avvierà poi una fase di negoziazione con il soggetto proponente oppure con il capofila in caso di partenariati, propedeutica alla formazione di una graduatoria definitiva. Il contributo sarà erogato direttamente da Artes 4.0 in una soluzione unica al termine del progetto oppure anche a stato avanzamento lavori (non prima di 9 mesi di attività progettuali).

Per scaricare il bando con i relativi allegati e consultare le FAQ, visita il sito di Artes 4.0.