18 Feb 2020

La Legge di Bilancio 2020 ha previsto un alleggerimento degli oneri previdenziali a carico del datore di lavoro in caso di utilizzo del Lavoro extra.

Il “Lavoro extra” è una tipologia contrattuale previsto in ambito turistico. Il Lavoro extra soddisfa esigenze temporanee di manodopera di durata non superiore a 3 giorni, senza dover applicare la disciplina del lavoro a tempo determinato né la disciplina del lavoro intermittente.

La Legge di Bilancio ha modificato l’elenco delle fattispecie escluse dall’applicazione del contributo addizionale e del relativo contributo aggiuntivo in caso di rinnovo.

Per effetto della modifica, tra le fattispecie escluse dal pagamento del contributo addizionale e dal relativo contributo aggiuntivo introdotto dal Decreto Dignità, rientrano anche i lavoratori impiegati con il c.d. “lavoro extra” nel turismo e pubblici esercizi ai sensi dell’art. 54 CCNL Industria Turistica.

Il lavoro extra è, quindi, esentato dal pagamento del contributo addizionale e del relativo contributo aggiuntivo in caso di rinnovo.