24 Set 2020

Pubblicato un primo decreto dal MISE per incentivare l’autoconsumo condiviso e le comunità energetiche.

Contesto
La Direttiva UE 2018-2001, RED 2, chiede agli Stati Membri di favorire al massimo la possibilità di autoconsumare l’energia prodotta, e introduce la comunità di energia rinnovabile che è definita come un soggetto giuridico:

a)che si basa sulla partecipazione aperta e volontaria, è autonomo ed è controllato da azionisti o membri situati nelle vicinanze degli impianti di produzione di energia da FER che appartengono e sono sviluppati dal soggetto giuridico in questione;

b)i cui azionisti o membri sono persone fisiche, PMI o autorità locali, comprese le PA;

c)il cui obiettivo principale è fornire benefici ambientali, economici o sociali a livello di comunità ai suoi azionisti o membri o alle aree locali in cui opera, piuttosto che profitti finanziari.

Novità e vantaggi
Si attendono dall’ARERA precise direttive di regolamentazione in merito al recente Decreto pubblicato dal MISE sulla misura di incentivazione strutturata per promuovere l’autoconsumo condiviso, anche tramite l’impiego dei sistemi di accumulo. La tariffa per l’energia autoconsumata sarà pari rispettivamente a:

  1. 100 €/MWh per le configurazioni di autoconsumo collettivo (famiglie/condomini);
  2. 110 €/MWh per le comunità energetiche rinnovabili.

L’incentivo, riconosciuto per un periodo di 20 anni e gestito dal GSE, è cumulabile con il Superbonus al 110% nei limiti previsti dalla legge.

Azioni del Consorzio Energie Firenze
Il Consorzio Energie Firenze, quale aggregatore naturale di aziende e PMI, con  i propri esperti partner sta sviluppando studi di fattibilità per la realizzazione, gestione e condivisione di impianti di produzione di energia elettrica da FER tramite progetti pilota di Comunità energetiche. Le aziende interessate ad approfondimenti possono rivolgersi agli uffici del Consorzio.

Contatti
Consorzio Energie Firenze
Dott.ssa Catia Tarquini
email: catia.tarquini@confindustriafirenze.it
Tel: 055.2707286