Da “INAIL in sintesi – Fascicoli tematici giugno 2020”, evidenziamo il contenuto di pagina 13 (corretto) sulla validazione straordinaria e in deroga dei dispositivi di protezione individuali che, per mero refuso, esponeva un numero non aggiornato delle pratiche processate.    

L’art. 15 del decreto-legge n. 18 del 2020 ha attribuito all’Inail, in qualità di soggetto attuatore degli interventi di protezione civile, la funzione di validazione straordinaria e in deroga dei dispositivi di protezione individuale (dpi).

Si tratta di una competenza nuova attribuita, in via straordinaria, per il tempo strettamente necessario, fino al termine dello stato di emergenza, in deroga alle procedure ordinarie. Terminato il periodo di emergenza, sarà ripreso il percorso ordinario e i dpi, validati in attuazione della disposizione richiamata dovranno, per continuare a essere prodotti, importati o commercializzati, ottenere la marcatura CE seguendo la procedura standard. In considerazione della specifica finalità della norma, i dpi interessati dalla disposizione sono unicamente quelli funzionali a mitigare i rischi connessi all’emergenza sanitaria in corso e sono indicati nella tabella allegata alle istruzioni operative diffuse il 19 marzo 2020.

La deroga riguarda la procedura e la relativa tempistica e non gli standard di qualità dei prodotti. Terminato il periodo di emergenza, i dpi validati in deroga dovranno, per continuare a essere prodotti, importati o commercializzati, ottenere la marcatura CE seguendo la procedura standard.

Per lo svolgimento della funzione di validazione straordinaria e in deroga è stata costituita una task force composta diverse professionalità tecniche e amministrative, provenienti dalla Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione (Contarp), dal Dipartimento di medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale (Dimeila), dal Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici (Ditsipia) e dalla Direzione centrale ricerca dell’Inail.

Le istruzioni operative e l’elenco dei dispositivi per i quali è prevista la validazione straordinaria in deroga sono consultabili sul Portale alla voce Validazione in deroga DPI Covid-19, nella sezione Certificazione, verifica e innovazione. Alla stessa voce sono inoltre disponibili Il report delle attività di validazione e l’elenco dei dispositivi di protezione individuale validati dall’Inail. L’elenco è aggiornato periodicamente e riporta per ciascun dpi, la data di validazione, la tipologia di prodotto, il nominativo della ditta produttrice/importatrice e un’immagine, se disponibile. La task force a cui è stata affidata la procedura ha processato circa 10.000 pratiche.

La legge 17 luglio 2020 n.77, di conversione del decreto legge 18 maggio 2020, n.34, ha introdotto nuove disposizioni per la semplificazione dei procedimenti per l’importazione e la validazione di mascherine (art. 66 bis) affidando a un comitato tecnico presieduto dal rappresentante designato dall’Inail la definizione dei criteri semplificati di validazione, in deroga alle norme vigenti, che assicurino l’efficacia protettiva idonea all’utilizzo specifico fino al termine dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19.