Durante la seduta di Consiglio regionale del 28 gennaio scorso, l’Assessore Vittorio Bugli ha illustrato la prima comunicazione sul Quadro Strategico Regionale (QSR) che rappresenterà la cornice di riferimento per la programmazione dei fondi europei 2021-2027 della Regione Toscana. Il QSR sarà per la Regione strumento di confronto sia a livello nazionale, in vista della prossima definizione dell’Accordo di partenariato per l’Italia, sia a livello regionale, con le parti economiche e sociali, per la programmazione dei fondi e degli strumenti per il prossimo settennato.

La comunicazione allegata è il primo passo della nuova strategia regionale che risponde ai cinque obiettivi definiti dalla UE: Europa più intelligente, più verde, più connessa, più sociale, più vicina ai cittadini. Soprattutto i temi della transizione verso un’economia sostenibile, circolare e sempre più digitalizzata sono centrali nella comunicazione, declinati sia in continuità con gli interventi più efficaci dell’attuale programmazione (ad esempio i bandi per R&S, innovazione e digitalizzazione), sia introducendo elementi di novità.

In particolare, il riferimento è all’intenzione di improntare i nuovi Piani operativi regionali non solo alla crescita, ma anche alla sostenibilità attraverso l’introduzione di criteri ambientali; un’ipotesi è quella di affiancare al concetto dei soggetti dinamici quello dei soggetti sostenibili, legando così la possibilità di accesso ai fondi della politica di coesione solo a chi avrà effettuato un percorso di riduzione delle emissioni di Co2 negli ultimi anni.

In allegato la comunicazione regionale.

Seguiranno ulteriori aggiornamenti sul tema nelle prossime settimane.

Allegati