Pubblicato il decreto che stabilisce le modalità operative del Fondo Nazionale Innovazione (FNI), la misura destinata a sostenere le iniziative di Venture Capital e lo sviluppo di Startup e PMI altamente tecnologiche.

Il Fondo Nazionale Innovazione è una società di gestione del risparmio (SGR) multifondo, gestita da Cassa Depositi e Prestiti, e dispone di una dotazione finanziaria di circa 1 miliardo di euro.

Lo strumento operativo con cui interviene è il Venture Capital, ovvero investimenti

  • indiretti: attraverso Fondi generalisti, verticali o Fondi di Fondi
  • diretti: nel capitale di rischio di PMI con elevato potenziale di sviluppo e innovative, non quotate, che si trovino nella fase di:
  • sperimentazione (seed financing)
  • costituzione (start up financing)
  • avvio attività (early stage financing)
  • sviluppo del prodotto (expansion, scale up financing)
  • su tutto il territorio nazionale

Il FNI investe anche in co-investimento con investitori privati indipendenti, nella misura del 30%.

I settori strategici in cui interviene sono:

  • Intelligenza Artificiale
  • Blockchain
  • New Materials
  • Space
  • Healthcare
  • Ecoindustries
  • Agritech/Foodtech
  • Mobility
  • Fintech
  • Design/Made in Italy
  • Social Impact

In allegato il decreto interministeriale.