16 Feb 2021

Premessa

Si apre una nuova opportunità per i datori di lavoro che intendono accedere ai contributi finanziari del Fondo Nuove Competenze (FNC) destinato al finanziamento della formazione dei lavoratori nelle aziende che vogliono riorganizzarsi a seguito dell’emergenza COVID 19.

È infatti stato pubblicato in data 12 febbraio 2021 il decreto interministeriale (Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze) del 22 gennaio 2021 che, in particolare, stabilisce che gli accordi collettivi devono essere sottoscritti entro il 30 giugno 2021, data entro la quale dovranno essere presentate all’ANPAL le domande di accesso al Fondo Nuove Competenze.

Qualche dettaglio

La dotazione del Fondo è stata portata a 730 milioni di euro, rispetto ai 230 iniziali; si tratta di uno strumento inedito in quanto, essendo destinato alla formazione e alla riqualificazione delle risorse, si pone quale misura alternativa alla Cassa Integrazione, e, quindi, con benefici sia per i datori di lavoro che per i lavoratori.

L’obiettivo dello strumento è permettere alle imprese di realizzare specifiche intese di rimodulazione dell’orario di lavoro per mutate esigenze organizzative e produttive dell’azienda, in base alle quali una parte dell’orario di lavoro viene usata per percorsi formativi.

Il FNC copre gli oneri relativi alle ore di formazione, comprensivi dei relativi contributi previdenziali e assistenziali e può essere utilizzato anche per favorire la realizzazione di percorsi di ricollocazione dei lavoratori.

La gestione è affidata all’ANPAL (Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro).

Proroga fino al 30 giugno per accordi collettivi e domande

Il Decreto interministeriale di cui sopra stabilisce che gli accordi collettivi devono essere sottoscritti entro il 30 giugno 2021 e devono prevedere i progetti formativi, il numero dei lavoratori coinvolti nell’intervento e il numero di ore – in riduzione dell’orario di lavoro – da destinare ai percorsi per lo sviluppo delle competenze nonché, se la formazione è erogata direttamente dall’impresa, la dimostrazione del possesso dei requisiti tecnici, fisici e professionali di capacità formativa per lo svolgimento del progetto stesso.

Inoltre, a differenza di quanto era stato stabilito per il 2020 – per il quale non era prevista una scadenza poichè le domande potevano essere trasmesse fino ad esaurimento della dotazione dell’avviso – per il 2021 viene stabilito che le domande di accesso al Fondo Nuovo Competenze devono essere presentate all’ANPAL entro e non oltre il 30 giugno 2021 per consentire di evadere le procedure di rendicontazione di spesa entro il 31 dicembre 2021.

La data del 30 giugno, pertanto, vale sia come termine ultimo per la sottoscrizione degli accordi collettivi per la rimodulazione dell’orario di lavoro e la realizzazione dei percorsi formativi che per la presentazione delle domande di accesso al FNC all’ANPAL.

Informazioni utili

Per le domande è attivo il servizio online disponibile sul sito dell’ANPAL.