06 Set 2019

Confindustria Firenze e l’Istituto Tecnico Superiore Eccellenza Agro-alimentare Toscana (ITS EAT) hanno presentato lo scorso 4 settembre presso la sede dell’Associazione i nuovi percorsi formativi altamente specialistici che verranno attivati in autunno, rispettivamente a Firenze e a Pontedera.

Hanno partecipato alla conferenza stampa il Presidente e il Direttore della Fondazione EAT, Dott. Fabrizio Tistarelli e Paola Parmeggiani, il Presidente della Sezione Alimentare di Confindustria Firenze, Dott. Maurizio Bigazzi, il capo Segreteria dell’Assessore Grieco della Regione Toscana, Dott. Luca Lischi.

“Per il settore agri industria toscano è importante avere profili professionali altamente specialistici e coerenti con le esigenze specifiche e settoriali delle aziende – sottolinea Maurizio Bigazzi, presidente della Sezione Alimentare di Confindustria Firenze – Abbiamo bisogno di personale formato che sappia adattarsi velocemente alle funzioni aziendali e attraverso la conoscenza diretta dell’azienda, anche attraverso gli stage, questo obiettivo viene raggiunto più facilmente. Il settore e la filiera dell’industria agroalimentare, stanno vivendo, così come molti altri settori, profonde innovazioni organizzative e produttive, c’è quindi necessità di formare e inserire personale specializzato che abbia competenze specifiche del settore food”.

L’occupazione giovanile è dunque il valore aggiunto dei percorsi di studi proposti attraverso lo strumento degli istituti tecnici superiori. I numeri sono incoraggianti e, ad oggi, i risultati conseguiti dalla Fondazione ITS E.A.T. sono più che positivi: all’attivo 59 allievi diplomati, il 75 % di loro risulta occupato, altri hanno intrapreso un percorso di autoimpresa, e ancora il 5% ha deciso di proseguire gli studi a livello universitario.

I percorsi formativi hanno durata biennale, prevedono 1200 ore di lezione in aula e 800 ore di stage in azienda e hanno il loro punto di forza nella presenza delle imprese anche nello svolgimento del programma didattico, con oltre il 65% dei docenti proveniente proprio dal mondo del lavoro. Tante ore dedicate alla formazione anche attraverso laboratori ed attività pratiche, gomito a gomito con i tutor aziendali.

Un dettaglio sulle figure professionali dei tre percorsi formativi presentati:

FARMER 4.0
Innovazione delle produzioni e trasformazioni agrarie, agroalimentari e agroindustriali
Il Tecnico Superiore FARMER 4.0 è una figura in grado di gestire i processi produttivi biotecnologici degli alimenti e di occuparsi delle problematiche connesse alla qualità e alla sicurezza dei prodotti agroalimentari.

GASTRONOMO
Marketing e valore per le filiere di qualità della Toscana
ll Tecnico Superiore Gastronomo è una figura che possiede competenze approfondite di comunicazione, anche in lingua inglese, relativamente al consumo alimentare ed alle principali tecniche di marketing e promozione.

WHOT&FOOD
Wine Hospitality Tourism & Food
Il Tecnico Superiore per la comunicazione per la promozione e il marketing delle filiere turistiche e delle attività culturali analizza la domanda potenziale di servizi turistici, applicando tecniche di analisi di mercato e individuando le principali risorse geografiche, storiche, culturali, artistiche, socio-economiche e logistiche del territorio.

Per maggiori informazioni sui corsi e sulle modalità di iscrizione su www.fondazione-eat.it