A seguito dei numeri quesiti con riferimento alla corretta gestione dei rifiuti costituiti da dispositivi di protezione individuale (DPI), non riconducibili ad attività di sanificazione vera e propria, né tantomeno utilizzati da soggetti COVID positivi, ma derivanti dall’ ”ordinaria” attività produttiva ed utilizzate per porre in essere le necessarie misure di protezione dei lavoratori e degli ambienti di lavoro, Vi informiamo che Confindustria ha predisposto una Position paper che è stata inviata alla Direzione competente del Ministero dell’Ambiente in cui si propone l’esclusione di tali DPI dal regime dei rifiuti speciali pericolosi ed auspicando l’applicazione del regime di rifiuto urbano.

Riportiamo in allegato la nota in inviata al Ministero