Il Ministero dello Sviluppo Economico concede contributi fino all’80% per la tutela della proprietà intellettuale, con l’obiettivo di facilitare e promuovere la brevettabilità delle innovazioni, fornendo strumenti finanziari alle imprese che investono sul proprio know how. Di seguito il dettaglio delle misure ed i collegamenti al sito del Ministero per accedere alla normativa.

BREVETTI+

Beneficiari: micro, piccole e medie imprese, anche startup innovative.

Forma di aiuto: contributi in conto capitale fino ad un massimo di 140.000 euro, non oltre l’80% dei costi ammissibili.

Spese ammissibili: acquisto di servizi specialistici finalizzati alla valorizzazione economica di un brevetto sia all’interno del ciclo produttivo, sia sul mercato. I servizi dovranno essere in particolare relativi a:

  • Industrializzazione e ingegnerizzazione
  • Organizzazione e sviluppo
  • Trasferimento tecnologico

Presentazione delle domande: sul portale di Invitalia dalle ore 12.00 del 30 Gennaio 2020 e fino ad esaurimento risorse.

DISEGNI+4

Beneficiari: micro, piccole e medie imprese.

Forma di aiuto: contributo in conto capitale fino all’80% delle spese ammissibili e nel rispetto degli importi massimi previsti per ciascuna Fase (massimo 65.000 euro per la Fase 1 – Produzione – e massimo 10.000 euro per la Fase 2 – Commercializzazione).

Spese ammissibili: acquisto di servizi specialistici esterni per favorire la messa in produzione di nuovi prodotti correlati ad un disegno/modello registrato (Fase 1 – Produzione) e la commercializzazione di un disegno/modello registrato (Fase 2 – Commercializzazione). L’incentivo viene riconosciuto per l’acquisto di servizi specialistici finalizzati alla valorizzazione di disegni e modelli singoli o multipli registrati a decorrere dal 1° gennaio 2018.

Presentazione delle domande: sul portale di Unioncamere dal 27 febbraio 2020 e fino ad esaurimento delle risorse.

MARCHI+3 *

Beneficiari: micro, piccole e medie imprese.

Spese ammissibili: acquisto di servizi specialistici finalizzati alla registrazione di marchi europei e marchi internazionali. La pubblicazione della domanda di registrazione del marchio deve essere avvenuta, pena la non ammissibilità della domanda di agevolazione, a decorrere dal 1° giugno 2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione.

Forma di aiuto: contributo in conto capitale fino all’80% (90% per USA o CINA) delle spese ammissibili sostenute e nel rispetto degli importi massimi previsti per ciascuna tipologia di servizio, secondo il prospetto riportato nel bando .

Presentazione delle domande: sul portale di Unioncamere dal 30 marzo 2020 e fino ad esaurimento delle risorse.

* Il bando rifinanzia il programma chiuso a marzo 2019 per esaurimento risorse. Le domande di agevolazione già presentate alla data del 14 marzo 2019 e per le quali è stato attribuito il numero di protocollo on line, ma che non hanno trovato copertura finanziaria con le risorse stanziate, saranno immediatamente avviate all’esame istruttorio da parte del soggetto gestore Unioncamere.