La Regione Toscana riapre il bando a supporto di progetti di internazionalizzazione, dando così seguito alla richieste pervenute dai territori e dalle imprese e manifestate agli uffici competenti anche grazie al lavoro del sistema confindustriale toscano. La misura riapre con le caratteristiche sotto riportate e con la novità importante dell’ammissibilità di spese già sostenute prima della presentazione della domanda, relativamente ad alcune tipologie di servizi.

Destinatari: micro, piccole e medie imprese in forma singola o associata (almeno 3 imprese), operanti nei settori manifatturiero, servizi e turismo.

Spese ammissibili:

1. Partecipazione a fiere e saloni di rilevanza internazionale

2. Promozione di prodotti e servizi su mercati internazionali mediante utilizzo di uffici o sale espositive all’estero

3. Servizi promozionali

4. Supporto specialistico all’internazionalizzazione

5. Supporto all’innovazione commerciale per la fattibilità di presidio su nuovi mercati

Per un dettaglio dei servizi e delle attività ammissibili si rimanda alla sezione C del Catalogo Servizi (all.to 2 contenuto nel bando) ed al Vademecum delle spese ammissibili (all.to 4 contenuto nel bando).

Durata dei progetti: sono ammissibili anche spese sostenute a partire dal 29 aprile 2019. Solo relativamente alle attività della tipologia C.1 del Catalogo, sono ammissibili anche spese sostenute a partire dal 29 aprile 2018, purché almeno il 50% delle spese rendicontate siano sostenute in data successiva alla presentazione della domanda. I progetti di investimento devono concludersi entro 8 mesi dalla data di comunicazione della concessione del contributo.

Dimensione investimenti

  • Micro impresa: minimo € 10.000 – massimo € 150.000
  • Piccola impresa: minimo € 12.500 – massimo € 150.000
  • Media impresa: minimo € 20.000 – massimo € 150.000
  • Consorzio/Soc. consortile/Reti soggetto: minimo € 35.000 – massimo € 400.000
  • RTI/Reti contratto: somma importi minimi previsti per singola impresa – massimo € 1 mln

Forma e intensità di aiuto: contributo a fondo perduto, con percentuali di aiuto che variano dal 30% al 50% a seconda delle tipologie di impresa e di servizio attivato.

Scadenza e presentazione della domanda: a partire dalle ore 12:00 del 31 luglio 2019 e fino ad esaurimento delle risorse stanziate, pari a circa 2,5 milioni di euro. La domanda deve essere redatta esclusivamente online sulla piattaforma web del sito di Sviluppo Toscana, soggetto gestore del bando.

In allegato:

  • Regolamento di bando, contenente gli allegati da 1 a 15
  • Calendario 2019 delle manifestazioni fieristiche internazionali in Italia