Le sostanze chimiche reprotossiche in ambiente di lavoro

Set 19, 2022

Print Friendly, PDF & Email

INAIL pubblica una nota sulle sostanze chimiche reprotossiche (sostanze tossiche per la riproduzione) in ambiente di lavoro che possono essere di varia natura.

La normativa per la tutela della salute dei lavoratori fa ricadere la gestione delle sostanze reprotossiche all’interno del Titolo IX capo I (Protezione da agenti chimici), del D.lgs. 81/2008, ma il legislatore europeo già con il regolamento REACH (reg. CE1907/2006) le ha inserite tra le sostanze di “grande preoccupazione”, all’interno del regime di autorizzazione.

Considerando le evidenze emerse negli ultimi anni, si è ritenuto di aggiornare la direttiva 2004/37/CE, relativa alla gestione delle sostanze cancerogene e mutagene in ambiente di lavoro, con l’inserimento anche delle sostanze reprotossiche. È stata quindi emanata il 09/03/2022 la direttiva UE 2022/431 del Parlamento europeo e del Consiglio, il cui recepimento è previsto entro febbraio 2024, e prevede misure di gestione del rischio più stringenti e tutelanti in caso di esposizione a reprotossici in ambiente di lavoro.

Negli ultimi 20 anni c’è stato un incremento di coppie infertili che ricorrono a centri di fecondazione assistita.

È stato stimato che circa il 15% delle coppie presenta problemi di fertilità. Nella normativa per la tutela dei

lavoratori è stata posta molta attenzione alla tutela della donna in gravidanza, ma finora la possibile esposizione a sostanze reprotossiche, in particolare anche per la popolazione maschile, sembra sia stata ampiamente sottostimata.

Le sostanze chimiche per cui sono state identificate caratteristiche di pericolosità legate alla tossicità

riproduttiva sono circa 150 in Unione europea, classificate come:

  • tossici per la riproduzione di categoria 1A (sostanze note per causare effetti avversi sulla salute

riproduttiva nell’essere umano);

  • categoria 1B (sostanze presumibilmente tossiche per la salute riproduttiva umana).
ARTICOLI CORRELATI

Sicurezza antincendio nei luoghi di lavoro

INAIL pubblica sul proprio sito la monografia dal titolo “Progettazione della sicurezza antincendio nei luoghi di lavoro”, che riporta indicazioni di tipo normativo e pratico, per la valutazione dei...

La valutazione del rischio chimico

Dal nostro portale di RSPPITALIA.com un approfondimento sulla valutazione del rischio chimico. RSPPITALIA presenta due articoli dedicati ai datori di lavoro, per meglio comprendere il percorso di...

RICERCA