Apre il bando per la concessione di aiuti alle imprese che hanno subito danni dal sisma che nel dicembre 2019 ha colpito il territorio del Mugello. La dotazione della misura è di circa 3,9 milioni di euro, di seguito riportiamo i principali requisiti per accedere.

BENEFICIARI: micro, piccole e medie imprese, nonché i liberi professionisti* in quanto equiparati alle imprese, con sede legale e/o operativa nei Comuni di Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo, Dicomano, Firenzuola, Marradi, Palazzuolo sul Senio, Scarperia San Piero, Vaglia, Vicchio. Per i codici Ateco ammissibili rimandiamo al bando in allegato.

Costituisce requisito di accesso l’aver subito un danno indiretto individuato come decremento del fatturato in misura pari o superiore al 10% nel periodo compreso tra il 09.12.2019 e il giorno 10.03.2020 (quale termine ultimo, essendo possibile anche un termine minore) rispetto al valore mediano del corrispondente periodo del triennio 2016-2018.

TIPOLOGIA DI AIUTO: finanziamento agevolato a tasso zero, non supportato da garanzie. L’importo del finanziamento va da un minimo di 5.000 euro ad un massimo di 20.000 euro. La durata del finanziamento va da 60 a 144 mesi comprensivi di un preammortamento di 24 mesi. È previsto un preammortamento tecnico di massimo 30 giorni.

SPESE AMMISSIBILI: tutte le spese connesse alla ripresa ed al funzionamento delle attività che hanno subito danni indiretti dall’evento sismico del 09.12.2019 come di seguito dettagliate:

Investimenti

  • macchinari, attrezzature, compresi gli automezzi, ed arredi (anche usati);
  • opere murarie ed assimilate comprese quelle per l’adeguamento funzionale dell’immobile per la ristrutturazione dei locali;
  • investimenti atti a consentire che l’impresa operi nel rispetto di tutte le norme di sicurezza dei luoghi di lavoro, dell’ambiente e del consumatore.

Liquidità

  • scorte di materie prime, semilavorati e/o prodotti finiti;
  • spese generali (es. utenze, affitto, stipendi al lordo di tutti gli oneri).

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA: la domanda di agevolazione è redatta esclusivamente on line, previo rilascio delle credenziali di accesso al sistema gestionale di Toscana Muove, soggetto gestore della misura. Il bando è aperto fino al 17 febbraio 2021.

In allegato il regolamento di bando e il modulo per presentare domanda.

 

*Per liberi professionisti si intendono i lavoratori autonomi in possesso di partita IVA ed esercitanti attività economica volta alla prestazione di servizi o di opere a favore di terzi, esercitata abitualmente e prevalentemente mediante lavoro intellettuale in analogia alla definizione di impresa.