Obbligo di indicazione dell’origine su PASTA RISO e DERIVATI DEL POMODORO

Mar 30, 2020

Etichettatura: i Ministri Teresa Bellanova e Stefano Patuanelli hanno firmato oggi con un Decreto Ministeriale la proroga dell’entrata in vigore, a livello nazionale, del Regolamento Europeo 775 del 2018 previsto per il 1 aprile e con esso l’obbligo di indicare la provenienza di alcuni prodotti in vendita sul mercato: niente corsa, quindi,  ai rinnovi di imballaggi per Pasta riso e pomodoro nei prodotti trasformati.
L’emergenza Covid -19, se da una parte preme sulla corsa alla produzione di generi di prima necessità, dall’altra costringe ad alcune riduzioni di linee produttive per procedure anti-contagio o addirittura alla chiusura temporanea di aziende che fabbricano packaging.
“Chiediamo ancora una volta alla Commissione di andare incontro anche alle richieste delle imprese, che oggi devono fronteggiare i danni da COVID-19, e di spostare di almeno un anno l’applicazione del regolamento 775”, così si pronunciano congiuntamente i due Ministri.

https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/15269

ARTICOLI CORRELATI

Bonus 200 euro: come funziona – aggiornamento

Premessa L’INPS, con il messaggio n. 2505 del 21 giugno 2022, in merito all’erogazione dell’indennità una tantum di 200 ai lavoratori dipendenti, precisa quale sia “la retribuzione erogata nel mese...

RICERCA