15 Giu 2020

Segnaliamo che nella Gazzetta Ufficiale del 5 giugno u.s., è stato pubblicato il Decreto 21 aprile 2020, recante “Modalita’ di organizzazione e di funzionamento del registro nazionale per la raccolta delle autorizzazioni rilasciate e degli esiti delle procedure semplificate concluse per lo svolgimento di operazioni di recupero.

Il provvedimento, che si compone di 8 articoli e un allegato, disciplina le modalità di organizzazione e di funzionamento del registro nazionale per la raccolta delle autorizzazioni rilasciate e degli esiti delle procedure semplificate concluse per lo svolgimento di operazioni di recupero ex art. 184-ter del Codice dell’Ambiente, che disciplina l’istituto della cessazione della qualifica di rifiuto.

I dati del registro nazionale potranno essere utilizzati dal Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare per le istruttorie tecniche, volte a definire i criteri specifici per la cessazione della qualifica di rifiuto, nonché per richiedere  ad  ISPRA  l’attivazione  di  specifici  procedimenti  di controllo ai  sensi  dell’art.  184-ter, comma 3-ter, del medesimo decreto.

Ricordiamo che in merito al nuovo regime di controlli Confindustria ha richiesto, anche di recente, l’abrogazione o la semplificazione del regime di controlli ex post a campione, previsti dalla nuova normativa sulle autorizzazioni End of Waste caso per caso. Il regime previsto, infatti, rende le attività di riciclo più onerose di quelle di smaltimento e generano incertezze sia per le imprese che per gli Enti competenti sul territorio.

Di seguito il link del provvedimento: https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/06/05/20A02904/sg