21 Apr 2017

Il bando sarà finanziato con risorse pari a € 4 mln, di cui € 1 mln a favore di progetti di efficientamento energetico delle imprese aventi sedi operative esistenti nei Comuni del Parco Agricolo della Piana (Firenze, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Signa, Calenzano, Prato, Poggio a Caiano e Carmignano).

Beneficiari: micro, piccole, medie e grandi imprese di tutti i settori. Ciascuna impresa potrà presentare al massimo 3 domande.

Interventi attivabili: isolamento termico di strutture orizzontali e verticali, sostituzione di serramenti e infissi, sostituzione di impianti di climatizzazione con impianti alimentati da caldaie a gas a condensazione o impianti alimentati da pompe di calore ad alta efficienza, sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore o a collettore solare per la produzione di acqua calda sanitaria, sistemi intelligenti di automazione e controllo per l’illuminazione e la climatizzazione interna, sistemi di climatizzazione passiva, impianti di cogenerazione/trigenerazione ad alto rendimento.

A completamento degli interventi precedenti possono essere attivati anche interventi
per la produzione di energia termica da fonti energetiche rinnovabili quali solare, aerotermica,
geotermica, idrotermica e di energia elettrica da fonte energetica rinnovabile solare senza eccedere i
limiti dell’autoconsumo.

Dimensione dei progetti: minimo € 20.000

Per le micro e piccole imprese il contributo massimo sarà il 40% delle spese ammissibili, per le medie imprese il 30%, per grandi imprese il 20% .

Le domande dovranno prevedere interventi che conseguono una quota di risparmio energetico
rispetto ai consumi di energia primaria ante intervento (da valutarsi come media dei consumi degli
ultimi 3 anni dalla data di presentazione della domanda) maggiore o uguale al 10%.

Spese ammissibili: spese per investimenti materiali quali fornitura, installazione e posa in opera di impianti, macchinari, attrezzature, sistemi, materiali e componenti necessari alla realizzazione del progetto; spese per opere edili ed impiantistiche strettamente necessarie e connesse alla realizzazione degli interventi oggetto della domanda; spese tecniche per progettazione, direzione lavori, sicurezza, collaudo nonché certificazione degli impianti, dei macchinari, dei sistemi e delle opere, studi e/o consulenze specialistiche, indagini, diagnosi energetiche, attestazione di prestazione energetica ante e post intervento. Saranno considerate ammissibili le spese sostenute a partire dal 26/04/2016 purché imputate ad un progetto che, alla data di presentazione della domanda, non è stato portato materialmente a termine.

Apertura: pubblicazione del bando entro il mese di maggio – date da definire.

In allegato i provvedimenti regionali.