14 Nov 2018

 

 

La Direzione Centrale legislazione e procedure dell’Agenzia delle Dogane, con comunicato protocollo n.124878 del 14 novembre 2018, ha reso noto che  recentemente,  le autorità doganali del Marocco e della Tunisia   hanno respinto  certificati  EUR1 scortanti merci destinate ai citati Paesi, stampati su esemplari conformi al modello di cui all’allegato 22-10 del reg.to di esecuzione UE 2447/2015 e quindi non rispondenti ai modelli previsti nei protocolli di origine degli accordi di associazione UE/Marocco e UE/Tunisia .

I competenti servizi della Commissione,  interpellati nel merito, hanno confermato la correttezza delle dogane dei due  paesi interessati in quanto i modelli  di cui all’Allegato 22-10 non hanno i  requisiti formali e tecnici previsti negli accordi preferenziali sottoscritti con tali paesi, ma possono essere utilizzati entro l’ambito delle misure preferenziali autonome adottate unilateralmente dalla UE per taluni paesi e territori diversi dall’SPG (art.113/126 RE).

Onde evitare ogni possibile disservizio e ulteriori noie per gli esportatori, la  Direzione Centrale dell’Agenzia delle Dogane, invita gli operatori commerciali interessati, nonché gli uffici dipendenti ad attivarsi affinché negli scambi con i paesi accordisti vengano utilizzati unicamente i modelli previsti nei protocolli origine degli Accordi bilaterali sottostanti.