24 Ott 2016

Premessa
Il Decreto Bersani, con cui è stato avviato il processo di liberalizzazione dei mercati energetici in Italia, ha previsto che l’accesso ai mercati potesse avvenire direttamente per soggetti grandi consumatori, oppure tramite consorzi con connotazione territoriale. Questo vincolo avrebbe dovuto garantire la crescita di competenze specifiche nell’ambito del mercato libero a tutela dei consumatori industriali di media taglia.

Nel periodo tra il 1999, avvio del mercato elettrico, ed il 2005, avvio della borsa elettrica, Confindustria ha avviato oltre cento consorzi territoriali che rappresentano tuttora il veicolo ottimale di accesso all’approvvigionamento energetico per le PMI.

Vantaggi
Quasi tutti i consorzi di Confindustria hanno maturato una lunga esperienza nel mercato elettrico e del gas. I consorzi sono quindi in grado di garantire un acquisto ottimale per tutte le aziende, piccole e medio-grandi.

Per le piccole aziende è certamente importante un acquisto in linea con l’andamento del mercato all’ingrosso ma è maggiormente necessaria una grande attenzione alla tutela contrattuale, quella che chiamiamo deontologia contrattuale. Per le aziende da consumi medio-grandi è necessario anche l’attenzione per la dinamica del mercato, quindi una corretta impostazione del prezzo che sia in grado di seguire in modo ottimale l’evoluzione della commodity.

Queste competenze sono difficilmente disponibili alle singole aziende, anche in virtù di una complessità sempre crescente dei mercati. Oltre ai vantaggi di acquisti economicamente efficaci protetti da sorprese contrattuali, i consorzi sono in grado di supportare le aziende con molti altri servizi nell’ambito energetico, quali i rapporti con il Distributore (criticità sempre crescenti connesse a micro-interruzioni e disturbi di rete), i rapporti con l’Agenzia delle Dogane (in caso di auto-produzione o specifiche misure quali ad esempio esenzioni di accise per i processi mineralogici), rapporti con ENEA e GSE (per le attività sul tema dell’efficienza energetica), rapporti con la Cassa Conguaglio per il Settore Elettrico per le agevolazioni per imprese energivore, etc.

Lo sviluppo di specifiche competenze sui temi energetici diventa sempre più il vero valore aggiunto per le aziende consortili. Il tema dell’efficienza energetica, sempre più obbligatoria per le imprese energivore, sarà uno dei temi di particolare interesse per il prossimo periodo dei Gruppi di Acquisto di Confindustria Firenze in grado di giocare un ruolo fondamentale per le aziende aderenti.

Azioni di Confindustria Firenze 
Confindustria Firenze fin dal 1999 ha promosso prima la costituzione del Consorzio Energie Firenze  (CEF) per l’acquisto congiunto di energia e poi nel 2005 del Gruppo di Acquisto SAIF, nato dalla stretta collaborazione con le Associazioni Industriali regionali, per estendere alle PMI le opportunità offerte dai nuovi mercati dell’energia, garantendo un migliore servizio di fornitura ed una riduzione del prezzo finale dell’energia elettrica e del gas.

CEF è aperto al territorio, superando la logica di appartenenza all’Associazione, per questo rappresenta un ottimo veicolo per garantire competenze alle aziende e contemporaneamente un veicolo di marketing associativo.

Il Gruppo di Acquisto SAIF invece si rivolge principalmente alle piccole-medie aziende senza limite di consumo. Il Gruppo di Acquisto SAIF è un servizio gratuito per le aziende associate a Confindustria Firenze che offre per altro tutta una serie di servizi gratuiti di controllo e assistenza sulla fornitura energetica.

Il Consorzio CEF e il Gruppo di acquisto SAIF, sulla base un attento monitoraggio del mercato e attraverso gare di acquisto a cui partecipano i maggiori grossisti e produttori nazionali di energia elettrica e gas, sono in grado di proporre contratti per la fornitura di gas naturale e di energia elettrica a prezzi competitivi. Questo grazie all’attenzione del Consorzio che monitorando quotidianamente le quotazioni sa cogliere le opportunità di mercato derivanti da una leggera flessione delle commodity energetiche a livello internazionale e ad una certa concorrenzialità finora sconosciuta in Italia.

Le imprese interessate ad approfondire nel dettaglio le opportunità offerte dai vari bracci operativi di Confindustria Firenze, sia il Consorzio CEF e sia il Gruppo di acquisto SAIF, possono contattare gli uffici di riferimento del Servizio Energia dell’Area Ambiente Sicurezza Energia Qualità.

Contatto
Area Ambiente Sicurezza Energia Qualità
Catia Tarquini tel. 055 2707286,